Da Ancona a Capo Nord in bicicletta: la grande sfida di Kyrylo Morresi

Il viaggio su due ruote dello studente di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche, partito oggi (15 luglio) da Ancona, durerà 40 giorni e percorrerà oltre 4.000 chilometri, con una media di circa 114 km al giorno

ANCONA- Da Ancona a Capo Nord in biciletta. È la sfida di Kyrylo Morresi, studente al secondo anno di Ingegneria Informatica e dell’Automazione dell’Università Politecnica delle Marche. È partito questa mattina, lunedì 15 luglio, intorno alle 13.30 dal Polo Trifogli a Montedago. Ventidue anni di Civitanova, Kyrylo è nato in Ucraina. Il suo viaggio su due ruote durerà 40 giorni e percorrerà oltre 4.000 chilometri, con una media di circa 114 km al giorno. Ha iniziato a preparare l’impresa sei mesi fa. Trovati gli sponsor, e grazie anche alla Politecnica, finalmente può realizzare il suo grande sogno. L’iniziativa è stata presentata in occasione del lancio della nuova campagna di comunicazione dell’Univpm.

«Capo Nord per me ha sempre rappresentato un punto di arrivo. Ho sempre sognato di fare un’avventura in bici e questo è il viaggio perfetto in quanto unisce le mie due grandi passioni: andare in bicicletta e viaggiare- racconta Kyrylo Morresi-. La spinta ad intraprendere questa impresa l’ho avuta dalla mia palestra. In un anno ho perso 11 kg e questo mi ha permesso di vivere meglio con me stesso. Ho capito che potevo riuscire in qualsiasi cosa e quindi perché non arrivare a Capo Nord? Anche se sono da solo sono sicuro che sarà un viaggio pazzesco e mi cambierà la vita».

Il rettore Longhi dona a Morresi la felpa dell’Univpm

L’itinerario prevede il passaggio per Slovenia, Ungheria, Slovacchia, Polonia, paesi Baltici, Finlandia e infine la Norvegia, quindi Capo Nord. Kyrylo non passerà per la Germania in quanto lì non avrebbe possibilità di fare campeggio libero. Nei suoi piani c’è anche l’intenzione di fare tappa a Danzica dove ad ottobre si trasferirà per l’Erasmus. Prima di montare in sella alla sua bici il Rettore Sauro Longhi gli ha donato una borraccia e una felpa dell’Univpm. A salutarlo prima della partenza i suoi familiari e i suoi amici. Buon viaggio!

I familiari e gli amici con Kyrylo Morresi