Bomba day, sarà evacuata anche la Croce Gialla

Il 20 gennaio dovrà chiudere la sede di via Ragusa, fatto mai successo in 119 anni di storia della pubblica assistenza. I mezzi e il personale saranno trasferiti al comando della polizia locale, garantendo i servizi

La sede di via Ragusa

ANCONA – Anche la Croce Gialla rientra nel raggio di azione della bomba e pertanto la sede di via Ragusa dovrà chiudere.

Succederà il 20 gennaio, giorno previsto per il recupero dell’ordigno bellico trovato ad ottobre vicino ai binari della ferrovia. I servizi saranno comunque garantiti. I mezzi, 40 tra ambulanze, taxi sanitari e mezzi d’epoca, si trasferiranno già da sabato 19 sul piazzale davanti alla sede della polizia municipale, alle Palombare. Gli equipaggi invece saranno ospitati dentro il comando dei vigili urbani.

Taxi sanitario e mezzi d’epoca

In 119 anni di vita della Croce Gialla è la prima volta che la sede viene chiusa. Le emergenze continueranno ad essere gestite tramite il numero 118 che contatterà come sempre la Croce Gialla per dare i servizi. Attivo il numero della sede 0715015 che avrà un trasferimento di chiamata per i servizi secondari. La Croce Gialla si occuperà anche di gestire i trasporti per malati e infermi che dalle zone rosse dovranno lasciare le abitazioni.

Il parco mezzi della Croce Gialla