Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona: bloccate le sterilizzazioni dei gatti all’Asur, insorgono gli animalisti

Il servizio veterinario pubblico ha cancellato tutti gli appuntamenti in programma da oltre due mesi. «Basta promesse, si facciano convenzioni con i privati»

I gatti di una colonia felina

ANCONA – Da mesi sono state sospese e non ci sono buone notizie nemmeno per settembre. L’Asur ha bloccato le sterilizzazioni delle colonie feline e i gatti che avevano in programma l’intervento non verranno operati. Lo stop sta creando problemi e preoccupazione tra le associazioni animaliste che stanno organizzando una protesta per il prossimo 4 settembre.

«La mancanza di sterilizzazioni delle colonie feline sta creando una grave ed incresciosa situazione – spiega Teresa Stefania Dai Pra’, responsabile regionale del Movimento Animalista -. Sono mesi che assistiamo a continue disdette degli appuntamenti delle sterilizzazioni e dobbiamo a malincuore sottolineare, come siano state infondate le rassicurazioni delle Asur. Tutte le associazioni animaliste del territorio,  dal mese  di luglio, hanno avuto contatti con dirigenti delle Asur e le email  di risposta garantivano la ripresa delle attività per il mese di agosto. Non solo tale termine non è stato rispettato ma, anche per il mese prossimo dobbiamo assistere ad ulteriori inconcepibili blocchi considerando che la LR 10/97 precisa chiaramente le responsabilità delle Istituzioni in merito».

C’è una questione di igiene pubblica e anche di rispetto delle norme nelle procedure di sterilizzazione che riguardano i gatti che vivono in libertà. «Le volontarie seguono diverse colonie censite regolarmente – continua Dai Pra’ – ebbene, come mai il Comune non esprime opinione in merito? Comprendiamo benissimo la situazione di emergenza di Trecastelli ma questo non può in nessun modo giustificare il blocco delle sterilizzazioni né si può pretendere che i volontari procedano di tasca loro. È necessario pertanto che tutti gli organi di competenza risolvano in tempi estremamente rapidi questa spiacevole situazione senza ulteriori rimpalli di responsabilità».

Della situazione è stato informato anche l’assessore Saltamartini durante l’ultima riunione per l’emergenza di Trecastelli.  Il Movimento Animalista Marche, ritiene sia necessario attivare convenzioni con veterinari locali e cliniche veterinarie laddove il motivo di tale blocco delle sterilizzazioni sia da imputare  a mancanza di personale veterinario delle Asur o questioni economiche. 

«Noi  continueremo a vigilare e attuare ogni iniziativa per tenere accesi i riflettori su questa vicenda – osserva l’animalista – al fine di evitare, nell’arco di pochi mesi ulteriori situazioni emergenziali sul nostro territorio». 

Inizialmente era stato detto alle associazioni che l’interruzione delle sterilizzazioni era stato dovuto per l’emergenza dei cani di Trecastelli, trovati in pessime condizioni e bisognosi di cure. C’erano pochi veterinari a disposizione e per lo più concentrati su quella emergenza.