Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona: bestemmie in classe e minacce ai prof, baby bulli seminano il terrore a scuola

In dieci sono finiti sotto inchiesta dalla Procura dei minori per vari reati. Tra gli episodi avvenuti nell'anno scolastico 2018-2019 anche un incendio

Istituto di istruzione secondaria “Podesti Calzecchi Onesti” di Ancona
Istituto di istruzione secondaria "Podesti Calzecchi Onesti"

ANCONA – Da una sedia incendiata in un bagno alle minacce ai prof “vecchia devi morire”. Per un intero anno scolastico dieci studenti avrebbero seminato il terrore in una scuola superiore a Passo Varano, il Podesti-Calzecchi Onesti. Adesso potrebbero finire a processo.

I ragazzi hanno tra i 15 e i 17 anni e devono rispondere, a vario titolo, di interruzione di pubblico servizio aggravato e in concorso, resistenza ad un incaricato di pubblico servizio e danneggiamento a seguito di incendio. In vari episodi, avvenuti nell’anno scolastico 2018-2019, quando ancora il mondo non era ancora entrato in pandemia, avrebbero creato disturbo a scuola intimorendo in particolar modo due insegnanti dell’istituto, docenti di prime classi.

Durante le loro ore entravano in vari orari del giorno infastidendo gli alunni che seguivano le lezioni, rovesciando banchi, bestemmiando e aggredendo verbalmente le docenti. In una occasione uno del gruppetto avrebbe tirato ad una insegnante anche la tastiera di un pc impugnandole contro un estintore. Lo stesso minorenne avrebbe insultato due professoresse dando loro delle “vecchie” e minacciandole con frasi tipo “devi morire”.

Agli indagati è stato notificato ieri l’avviso di conclusione indagini e adesso rischiano di essere rinviati a giudizio. A far partire l’inchiesta, della Procura dei minori, sarebbe stato l’episodio di una sedia incendiata, avvenuto il 29 ottobre del 2019. Era intervenuta la polizia che, ascoltando poi i docenti, era venuta a conoscenza anche di altri episodi gravi. Le difese dei ragazzi sono state affidate agli avvocati Gabriele Galeazzi, Marco Fioretti, Federica Guarrella, Moreno Giaccaglia, Michele Frezzotti, Marco Guidotti, Matteo Giampieri, Stefania Salvucci, Giacomo Maria Girombelli e Michele Guerrieri.