Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Auchan-Conad, sale l’agitazione. Il 23 dicembre scatta lo sciopero nazionale

A preoccupare i sindacati l'assenza di garanzie occupazionali per i lavoratori dei punti vendita e soprattutto dei depositi e delle sedi. Un'altra giornata di mobilitazione sarà prevista a livello territoriale. Prossimo incontro al Mise il 17 dicembre

ANCONA – Acque sempre più agitate nella vertenza Auchan-Conad, dove a quanto pare non si trova ancora uno sbocco soddisfacente. I sindacati hanno indetto una mobilitazione nazionale con uno sciopero di 8 ore che si terrà il 23 dicembre per protestare contro l’assenza di garanzie sul fronte occupazionale per i 13.291 lavoratori italiani che ora sono gestiti in pancia da Margherita Distribuzione, la nuova denominazione sociale di Auchan Italia. Un’altra giornata di sciopero sempre di 8 ore si terrà invece nei territori.

La mobilitazione nazionale è stata indetta dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs dopo l’incontro romano con la direzione aziendale. Le parti sindacali puntano il dito contro la mancanza di una assunzione di responsabilità delle sei Cooperative del sistema Conad per la ricollocazione dei lavoratori dei depositi e delle sedi fra i quali figurano Osimo e  Offagna.

A preoccupare i sindacati anche il ricorso agli ammortizzatori sociali dal momento che i rappresentanti di Margherita Distribuzione avrebbero manifestato l’intenzione di voler procedere alla “perimetrazione”, sia in termini delle superfici che degli occupati, dei rami aziendali da cedere al sistema Conad, in modo da consegnare alle imprese consorziate che subentreranno nella titolarità dei punti vendita i format del modello Conad già realizzati.

Una soluzione che non piace affatto a Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs che vedono sempre più concreto il rischio di esuberi. A complicare il quadro il pronunciamento dell’Antitrust, che ha evidenziato 147 sovrapposizioni nei mercati locali, 36 delle quali solo nelle Marche. Ora si attende il provvedimento finale dell’Agcom che dovrebbe arrivare entro il 20 gennaio 2020 per far luce sulla questione.

Intanto però ci sono già stati due incontri tra i rappresentanti di Margherita Distribuzione e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nell’ambito dei quali il management di Bdc avrebbe illustrato alcuni dettagli relativi alle procedure di acquisizione di Auchan da parte di Conad, ma su questo non è ancora trapelato nulla.  Il prossimo incontro al mise è stato fissato per il 17 dicembre.