Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Era ricercato da due anni, La Polfer di Ancona lo individua e lo arresta

Gli operatori della Polizia Ferroviaria hanno messo le manette ai polsi di un 38enne turco, colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione dovendo espiare due anni cinque mesi di reclusione, per numerosi reati tra cui rapina, detenzione di armi, furto e lesioni

La polfer alla stazione in una foto di repertorio
La polfer alla stazione in una foto di repertorio

ANCONA – Individuato e bloccato sul treno regionale, arrestato un cittadino turco dalla Polizia di Stato. Verso le ore 21 di ieri, 23 marzo, nel corso di un servizio di scorta al treno regionale 12027 diretto a San Benedetto del Tronto, gli operatori della Polizia Ferroviaria di Ancona hanno proceduto all’arresto di S.S. , 38enne turco, colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal Tribunale di Udine, dovendo espiare due anni cinque mesi di reclusione,  per numerosi reati tra cui rapina, detenzione di armi, furto e lesioni.

Lo straniero, controllato con l’ausilio dei palmari in uso agli agenti, è risultato essere evaso dagli arresti domiciliari nel maggio del 2016 eludendo quindi, per quasi due anni, ogni tentativo di rintraccio. L’uomo, al termine delle operazioni di rito, è stato condotto nel carcere di Montacuto.

L’arresto si inserisce nell’ambito dell’attività disposta a livello Europeo dalla U.E. denominata “Rail Action Day”, che prevede, in determinate giornate, l’intensificazione dell’attività preventiva/repressiva da parte di tutte le forze di Polizia dell’Unione.

Il Compartimento Polizia Ferroviaria di Ancona ha impartito precise disposizioni a tutti i Posti Polfer ricadenti nella competente giurisdizione e dislocati nelle regioni di Marche Umbria e Abruzzo, al fine di rafforzare i controlli sia in stazione che a bordo dei treni, in occasione del probabile aumento dei flussi di viaggiatori in occasione dell’imminente festività Pasquale.