Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

In arrivo forte maltempo sulle Marche, è allerta meteo. Scuole chiuse ad Ancona e in altri Comuni dell’Anconetano

La Protezione civile regionale ha diramato una allerta meteo valida fino alle 24 di domani per temporali, vento e mare. Forte rischio di frane, smottamenti e allagamenti. Alcuni sindaci chiudono le scuole

Temporali (Foto di FelixMittermeier da Pixabay)

ANCONA – Maltempo sulle Marche. Per la giornata di domani – 7 ottobre – la Protezione civile regionale ha diramato l’allerta meteo per intense precipitazioni che colpiranno un po’ tutto il territorio. L’avviso, valido fino alle 24, non riguarda solo i temporali (allerta gialla), ma anche vento e mare, criticità idraulica e idrogeologica.

Già nella giornata di oggi sono iniziate le prime piogge che stanno interessando l’area settentrionale della regione. Ma già dalla tarda serata e specie nella nottata di oggi i fenomeni si estenderanno dal Pesarese, prima al centro e poi man mano anche al sud delle Marche.

A causare il maltempo è un sistema depressionario presente sul Tirreno meridionale che determinerà un sensibile peggioramento delle condizioni meteo, con precipitazioni diffuse e persistenti e un incremento della ventilazione
dai quadranti settentrionali. Il mare potrà essere molto agitato e il vento potrà soffiare con raffiche di burrasca, specie lungo il litorale dell’area centrale della regione.

L’ultima immagine satellitare con la depressione in atto

«Ci spettiamo delle cumulate medie areali elevate intorno ai 70millimetri nelle aree interne e sul Pesarese – spiega Francesco Boccanera, meteorologo della Protezione civile regionale -, mentre potranno essere moderate (intorno ai 50millimetri) nell’Anconetano e sull’Ascolano».

Le intense precipitazioni potrebbero dar luogo al suolo a «criticità diffuse sul territorio», tanto che la Protezione civile regionale ha diramato una allerta arancione per il rischio di «frane e smottamenti» oltre che per un «innalzamento del livello dei corsi di acqua minori nelle aree centrali della regione e dei fiumi principali nelle aree a nord delle Marche».

Alcuni Comuni della Regione stanno provvedendo alla chiusura dei plessi scolastici di ogni ordine e grado a scopo preventivo e di salvaguardia dell’incolumità degli studenti. Fra questi ci sono Ancona, Osimo, Castelfidardo, Loreto, Camerano, Sirolo, Numana, Offagna, Falconara, Chiaravalle, Agugliano, Polverigi, Camerata Picena, Montemarciano, Santa Maria Nuova, Senigallia e Jesi.

Nessuna decisione di chiusura invece negli altri capoluoghi di provincia: a Macerata, Ascoli Piceno, Pesaro e Fermo per ora le scuole domani restano aperte, salvo cambiamenti dell’ultima ora. Il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro motiva la sua decisione di non procedere alla chiusura delle scuole con il fatto che «nella nostra area abbiamo una allerta arancione solo per criticità idrogeologica, a differenza di altre aree».

Valeria Mancinelli: «Capita raramente di ricevere una simile allerta»

Valeria Mancinelli, sindaco Comune di Ancona

«Capita raramente di ricevere dalla Protezione Civile una simile allerta – afferma la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli – : l’ultima arancione è arrivata tre anni fa. L’allerta è per il rischio alluvione, esondazioni, frane e vento. Insieme ad altri sindaci della zona (Senigallia, Osimo, Jesi e Falconara al momento) abbiamo deciso in via precauzionale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, per la giornata di domani (8 ottobre, ndr). Una decisione che non si prende a cuor leggero, sapendo i disagi che si creano per le famiglie, vista anche l’ora. Ma le indicazioni della Protezione Civile sono chiare e non possiamo ignorarle e rischiare, in particolare per bambini e ragazzi, essendo l’allarme soprattutto per le prime ore della giornata, cioè quando migliaia di persone si muovono. Non possiamo intervenire sulle attività lavorative, pubbliche e private, ma raccomandiamo se possibile di non muoversi da casa se non per necessità di lavoro o altre necessità non rinviabili».

La tendenza per il weekend

Per la giornata di venerdì sono attese ancora delle precipitazioni, ma con cumulate molto inferiori, mentre per sabato è prevista della instabilità specie sul settore settentrionale con piogge a carattere sparso. Domenica giornata più stabile con precipitazioni non significative.

Exit mobile version