Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Al Coc di Ancona giunte 850 telefonate. A Falconara chiusi ancora i parchi e sospeso il mercato

Nel capoluogo proseguono gli interventi per rimuovere alberi caduti o pericolanti e il ghiaccio. Mancinelli: «La neve lascia un'eredità non semplice da gestire, ma siamo già al lavoro per affrontare anche quella»

La Mole innevata

ANCONA E FALCONARA MARITTIMA – Da sabato scorso il Coc (Centro operativo del Comune di Ancona) ha ricevuto 850 telefonate tra richieste di informazioni e di intervento da parte dei cittadini e ora sta affrontando le situazioni di pericolo causate da alberi e rami pericolanti o caduti e dal ghiaccio formatosi in diverse frazioni collinari.

«Stiamo uscendo dall’emergenza neve – ha detto il sindaco Valeria Mancinelli in un video postato sulla sua pagina Facebook – voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno consentito di gestire questi giorni difficili: dipendenti, volontari, cittadini. La neve lascia un’eredità non semplice da gestire, ma siamo già al lavoro per affrontare anche quella. Il futuro non ci spaventa, neanche quello dopo la neve».

Emergenza neve al termine

Stiamo uscendo dall'emergenza neve. Voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno consentito di gestire questi giorni difficili: dipendenti, volontari, cittadini..La neve lascia un'eredità non semplice da gestire, ma siamo già al lavoro per affrontare anche quella. Il futuro non ci spaventa… neanche quello dopo la neve.

Geplaatst door Valeria Mancinelli op vrijdag 2 maart 2018

 

Questa mattina al Poggio, in via Monte Zoia, è stato abbattuto un albero pericolante su indicazione dei Vigili del fuoco, mentre per altri tre sono in corso le opportune verifiche da parte degli agronomi del Comune. La strada è momentaneamente chiusa. Sempre da stamane i volontari della Protezione Civile comunale, un gruppo di 42 persone che si sono impegnate costantemente per tutto il periodo dell’emergenza, insieme ai tecnici stanno predisponendo la sistemazione dell’area di accesso ai seggi elettorali ospitati presso l’ex scuole di Casine di Paterno, di Paterno, di Gallignano e di Massignano, e presso la scuola materna di Sappanico e la scuola media di Montesicuro, per consentire le regolari operazioni di voto anche nelle frazioni.

Stefano Foresi al Coc
Stefano Foresi al Coc

«Ieri siamo intervenuti sotto la concia di Sappanico – spiega l’assessore alla Protezione Civile, Stefano Foresi – dove sono caduti sette alberi, uno dei quali addirittura sui fili della luce e gli altri sui pali. Presenti sul posto i nostri tecnici e la ditta incaricata che hanno lavorato fino a tardi, Questa mattina invece è stata riaperta la strada di Portonovo dove erano caduti sei alberi».

Altri interventi sono in corso nelle frazioni per rimediare alle problematiche create da neve e ghiaccio. Infatti, dalle 14 e fino alle 20, sono operative le squadre di pronto intervento che stanno lavorando alla chiusura delle buche che si sono formate negli ultimi giorni in alcune vie. Strade che comunque non sono state sottoposte alle nuove asfaltature. A Montesicuro, infine, per le scuole, le poste, la casa di riposo Zaffiro e il centro, è stato realizzato un intervento particolare stamane per garantire la percorribilità della strada e l’accessibilità ai luoghi. Infine via Mattei e la relativa rotatoria sono state oggetto di un sopralluogo urgente dell’assessore e dei tecnici perché le grandi piogge della scorsa settimana, il grande volume di tir che vi transitano, si sono assommati alla neve e al ghiaccio. Una volta dissoltosi quest’ultimo ha rivelato numerose e profonde buche che richiederanno un intervento urgente e straordinario.

Neve a Falconara (Foto: Protezione Civile Falconara)
Neve a Falconara (Foto: Protezione Civile Falconara)

Se ad Ancona le scuole riapriranno lunedì, a Falconara gli studenti sono tornati sui banchi di scuola questa mattina e il Coc, riunitosi questa mattina, ha deciso la riapertura al pubblico dei cimiteri cittadini da domenica 4 marzo, la revoca dell’ampliamento di orario di accensione dei riscaldamenti da lunedì 5 marzo e la sospensione del mercato cittadino per la giornata di lunedì. Inoltre da questa sera alle 20 sarà disattivato il call center attivato da domenica per l’emergenza neve.

Tutte le vie sono percorribili e anche a piedi ci si muove agevolmente grazie all’opera degli spalatori. Resta comunque alta la guardia del Comune e sempre valido l’invito a prestare attenzione al ghiaccio, anche per chi si muove a piedi. Ancora diversi sono invece i posteggi occupati dalla neve. Questo, così come la chiusura dell’area di sosta del parco Kennedy, è tra i motivi dello stop al mercato cittadino del lunedì che si snoda su via Bixio, dove attualmente sono ancora molte le auto rimaste posteggiate da giorni.

Restano chiusi al pubblico i parchi comunali e l’Amministrazione raccomanda alla cittadinanza prudenza. In questo momento «oltre all’insidia del ghiaccio, nelle ore più gelide, è possibile che si distacchino cumuli di neve, per l’innalzamento delle temperature, e si suggerisce di evitare di transitare a piedi sotto alberi, tetti, balconi, cornicioni e tettoie». Per quanto riguarda l’aeroporto, mercoledì alle 19 la pista di volo è stata riaperta e al momento i voli sono regolari.