Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ponte del 2 giugno da sold out nelle Marche: balneari pieni. Le prenotazioni viaggiano su costa e entroterra

Complice il bel tempo e le temperature elevate, saranno in molti a riversarsi sulle spiagge, ma anche negli hotel sia della costa che dell'entroterra. Prospettive rosee anche per la stagione estiva

ANCONA – Dopo due anni di stop & go a causa della pandemia, il turismo torna a pieno regime e il “2 giugno”, che quest’anno vede un ponte lungo fino a domenica 5, vedrà muoversi nel paese oltre 14milioni di italiani. Il dato arriva dall’osservatorio della Cna, ma un feedback più che positivo arriva anche da Sib e Federalberghi (Confcommercio) a gettare un bello squarcio di luce sull’estate 2022.

Complice il bel tempo e le temperature elevate portate dall’anticiclone africano Scipione, con punte di caldo insolito per il mese di giugno, saranno in molti a riversarsi sulle spiagge, per la gioia dei balneari che aspettano i turisti a braccia aperte, ma anche delle strutture alberghiere, degli agriturismi e delle case vacanze che registrano il pienone. Numeri e presupposti per una stagione con il botto.

Giacomo Mugianesi, responsabile Cna Turismo per la provincia di Ancona

Secondo Cna oltre la metà dei vacanzieri avrà come meta proprio le località marine, una tendenza confermata anche per le Marche, a seguire, città d’arte, colline e centri termali. Privilegiati i pernottamenti in albergo, seguiti dai Bed and Breakfast. In linea generale la tendenza è quella ad una permanenza “mordi e fuggi”.

«Abbiamo avuto un feedback positivo dagli operatori del turismo – conferma Giacomo Mugianesi, responsabile Cna Turismo per la provincia di Ancona -. Negli stabilimenti balneari, hotel e bed & breakfast sono molte le prenotazioni che fanno bene sperare per questa stagione, con temperature sopra la media, che hanno aperto la stagione nel migliore dei modi. Il ponte del 2 giugno, che permette pernotti più brevi, invoglia il turista a muoversi nelle nostre località, non solo balneari».

Emiliano Pigliapoco, presidente regionale Federalberghi

«Le prenotazioni stanno andando molto bene – spiega Emiliano Pigliapoco, presidente regionale Federalberghi – , non solo sulla costa, ma anche nell’entroterra. C’è voglia di evasione, di fare qualche giorno di vacanza e gli alberghi delle Marche sono quasi tutti al completo per questo ponte». Pigliapoco spiega che «le prenotazioni stanno tornando ai livelli pre-Covid, anche se rispetto al 2019 siamo ancora sotto del 20%, mentre rispetto al giungo 2021 registrano un +260%» va precisato però che la stagione estiva l’anno scorso era partita in ritardo a causa delle pandemia.

Anche Federalberghi conferma per il ponte del due giugno la tendenza al mordi e fuggi, con presenze medie di tre giorni. Rosee le previsioni per il clou dell’estate, ovvero per luglio e agosto, musica per le orecchie degli albergatori. «Per agosto sulla costa siamo già pieni e quasi pieni anche per luglio – spiega – sia sulla costa che nell’entroterra, riscoperto grazie anche alla «pandemia che ci ha insegnato ad apprezzare e ricercare le vacanze all’aria aperta. Le strutture alberghiere dell’entroterra sono già, come prenotazioni, ai livelli pre-Covid», un dato, che secondo Federalberghi lascia presupporre un incremento per le località più distanti dalla costa.

«Siamo molto soddisfatti – aggiunge – l’unica cosa che ci preoccupa, in questa fase, sono i rincari energetici, con le bollette triplicate, e le difficoltà di reperimento del personale, causate dal reddito di cittadinanza. Speriamo che il governo centrale dia risposte».

Romano Montagnoli, presidente regionale Sib Confcommercio (Sindacato Italiano Balneari)

«Sulle spiagge ci aspettiamo il pienone» spiega il presidente Sib, Romano Montagnoli «questo è il primo vero avvio della stagione estiva e le prospettive sono buone e per questo lungo ponte prevediamo un sold out nei balneari delle Marche». Tra le località più gettonate, come sempre, la Riviera del Conero, la Riviera delle Palme, con San Benedetto del Tronto a fare da traino, e poi la spiaggia di velluto di Senigallia.

Ma anche il resto della costa vedrà ombrelloni e lettini presi d’assalto. Non solo turismo di prossimità, gli operatori ricevono prenotazioni per la stagione estiva anche dagli stranieri che tornano a fare capolino: «Ci aspettiamo una ottima stagione estiva – prosegue – , le prenotazioni non mancano e vediamo il ritorno degli stranieri, soprattutto tedeschi, olandesi, francesi, austriaci e anche polacchi, ma anche il turismo locale sarà consistente».

.