Alternanza4.0_DOC, all’atto conclusivo il percorso per docenti e dirigenti scolastici

La tappa finale si tiene mercoledì 16 maggio, nella sede di Confindustria di Ancona. A partire dalle 15 un pomeriggio di incontro tra i partner del progetto, che vuole rafforzare i codici di comunicazione e di dialogo tra scuola e impresa per agevolare l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro

La sede di Confindustria ad Ancona

ANCONA – Si chiude il percorso formativo Alternanza4.0_DOC, indirizzato a docenti e dirigenti scolastici e ideato per agevolare il dialogo scuola-impresa e aiutare ad indirizzare bene i giovani che si approcciano al mondo del lavoro.
La tappa conclusiva si tiene mercoledì 16 maggio, nella sede di Confindustria di Ancona, a partire dalle 15: un pomeriggio con i partner di progetto, gli esperti di Confindustria e della scuola, gli imprenditori e i docenti coinvolti e gli allievi dei licei artistici regionali, che racconteranno l’esperienza progettuale attraverso un video realizzato come PCTO (Percorso per lo sviluppo delle competenze trasversali e l’orientamento ex alternanza scuola lavoro).

Il progetto sul tema dei PCTO è nato dalla cooperazione tra Confindustria Marche e Ufficio Scolastico Regionale per le Marche; si è rivolto a dirigenti scolastici, docenti referenti per i PCTO, genitori degli studenti ed imprenditori e ha fatto registrare buoni numeri: 45 imprese associate al sistema confindustriale regionale partecipanti, 73 istituti secondari superiori di secondo grado marchigiani aderenti, oltre 280 docenti e dirigenti coinvolti.

L’itinerario formativo è stato articolato in sei tappe, per un totale di 25 ore di attività. Ha previsto visite aziendali e laboratori tematici, organizzati presso le scuole aderenti con esperti nazionali.
L’obiettivo è stato quello di fornire a docenti e dirigenti ulteriori strumenti per sviluppare percorsi per lo sviluppo delle competenze trasversali e l’orientamento mirati e di qualità: in particolare, sono state approfondite le tematiche della co-progettazione e della co-valutazione in alleanza scuola-azienda e definiti nuovi profili in uscita, anche in accordo con le esigenze sempre in evoluzione del mercato del lavoro.

Il progetto, che si inserisce all’interno del processo di riforma ministeriale dell’alternanza, ha consentito a impresa e scuola anche di rafforzare i codici di comunicazione e di dialogo, soprattutto per ridurre il gap tra formazione e spendibilità delle competenze dei ragazzi sul campo.