Al via il cantiere per “Spiaggia del Passetto – percorso per tutti”

Grazie al contributo (10mila euro) stanziato da Fai e Intesa Sanpaolo inizieranno domani i lavori per la realizzazione del percorso di camminamento sulla spiaggia del Passetto. Interventi anche in pineta: abbattutti alcuni pioppi, in arrivo 46 nuove piante

Scalinata del Passetto
Scalinata del Passetto

ANCONA – Cominceranno domani, venerdì 19 maggio, i lavori di realizzazione del progetto “Spiaggia del Passetto – percorso per tutti” che ha beneficiato di un contributo di 10mila euro stanziato da FAI – Fondo Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo, nell’ambio della settima edizione de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale dei luoghi italiani da non dimenticare. Nello specifico verrà realizzata la pavimentazione del percorso pedonale, che sarà in materiale ecologico con finitura antisdrucciolo e saranno ricostruiti e ripristinati i camminamenti. Per questo intervento la spesa complessiva è pari a 30mila euro, di cui 20mila a carico del Comune e 10mila stanziati da “I Luoghi del Cuore”. Il progetto redatto dal Comune prevede la realizzazione del percorso di camminamento, attraverso una serie di lotti funzionali nell’arco di un triennio. Si tratta del terzo intervento di recupero, dopo quelli a favore della Chiesa di San Filippo Neri a Fermo e del parco archeologico regionale della città romana di Suasa a Castelleone di Suasa, sostenuto dal FAI nelle Marche a favore di un bene votato al censimento “I Luoghi del Cuore”.

Al via il cantiere “Spiaggia del passetto, percorso per tutti”

La costa del Passetto, luogo molto caro agli anconetani che racchiude un significativo sistema di valori paesaggistici e antropologici, è stata infatti votata al censimento “I Luoghi del Cuore” nel 2014 da 2.500 cittadini guidati dalle associazioni “Laboratorio culturale” e “Comitato Mare Libero”. Il risultato raggiunto ha permesso all’Amministrazione di candidare un progetto, poi selezionato dal FAI, per un intervento di riqualificazione a favore del luogo. Grazie al sostegno della Fondazione e di Intesa Sanpaolo, verranno eseguiti nelle prossime settimane lavori di pulizia, riassestamento e messa in sicurezza della superficie pedonale che, dalla base della scalinata per discendere al mare, conduce alle grotte (circa 700) scavate alla base della rupe del Passetto, antico ricovero dei pescatori e storico patrimonio della città di Ancona.

Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona

«Sono lieta – dichiara la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli – di comunicare l’avvio dei lavori per la realizzazione del camminamento che consentirà l’accesso alle grotte del Passetto a tutti, anche a disabili con ridotte capacità motorie, dove possibile. Le grotte rappresentano un patrimonio storico e naturalistico inestimabile per questa città, unico in Italia e nel mondo. Sono state scavate nella roccia, metro dopo metro, fin dalla fine dell’Ottocento, per ricoverarvi le proprie barche, da anconetani che praticavano l’agricoltura a monte, e la pesca nel mare sottostante, con grande sacrificio e intraprendenza».

Grotte del Passetto

«Nei suoi 14 anni di vita – commenta la Presidente Regionale FAI Marche, Alessandra Stipa Alesiani – il censimento “I Luoghi del Cuore” ha registrato nelle Marche un notevole aumento dei votanti. I marchigiani hanno compreso e amato l’importanza e il valore di questo genere di partecipazione e hanno imparato che unirsi dà più forza: da voti sparsi che indicavano tanti luoghi cari si è giunti nelle ultime edizioni a risultati sorprendenti con vere e proprie mobilitazioni di comitati spontanei che hanno raccolto voti per un bene. Tutto ciò è un valore aggiunto del progetto che ha permesso al FAI di varare interventi a favore di 68 luoghi in tutta Italia».

Stefano Foresi, assessore alla Partecipazione Democratica, Manutenzioni, Protezione civile e Sicurezza, Traffico, Mobilità Azienda M&P Parcheggi (Foto: Comune di Ancona)

Intanto, nell’ambito del progetto di riqualificazione complessivo del Passetto, è in corso un intervento di manutenzione straordinaria, con l’abbattimento di alcuni pioppi alla fine del loro ciclo vitale e la potatura delle piante di pino. Gli abbattimenti verranno compensati con la messa a dimora di 46 nuove piante nella zona ascensore (il doppio di quelle esistenti), in modo da creare nuovamente l’impianto originario e coprire le zone carenti. Inoltre verranno eseguiti lavori su tutta l’area di piazza IV Novembre, relativamente agli arredi, al recupero delle panchine e alla sistemazione dei cordoli, dei marciapiedi, dell’asfalto e anche dei bagni pubblici. «Stiamo riqualificando  – sottolinea l’assessore al Verde, Stefano Foresi–  una delle aree verdi più frequentate da cittadini e turisti, una delle “cartoline” per eccellenza del capoluogo. Contiamo di terminare l’intervento per il fine settimana». «Insieme alle opere per il verde-  aggiunge  l’assessore  ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini – di pari passo verranno realizzate le opere di arredo e pavimentazione, quali il restauro e l’integrazione di nuove panchine, l’illuminazione pubblica, la manutenzione dei servizi, la sostituzione delle cordolature dissestate e il riporto di ghiaia. Appena sgombrato il cantiere procederemo anche al rifacimento in pietra del percorso che passa davanti al bar sino all’ascensore». In corso anche i lavori per il nuovo ascensore che termineranno i primi giorni di giugno.