Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Al via i lavori per l’installazione della “Vela solare” a Porta Pia

Si tratta di una struttura multimediale eco-socio-sostenibile, dedicata a punto informativo del Museo Statale Tattile Omero. Ospiterà uno schermo retroilluminato, alimentato da pannelli fotovoltaici, che proietterà immagini e informazioni relative agli eventi del Museo

Vela solare

ANCONA – I lavori per l’installazione di una struttura multimediale eco-socio-sostenibile denominata “Vela solare”, dedicata a punto informativo del Museo Statale Tattile Omero, sono iniziati venerdì 24 gennaio nell’area verde di Porta Pia, in via XXIX Settembre.

Si tratta di una struttura in acciaio e legno, alta circa 3 metri, a forma di vela, alimentata da sistema fotovoltaico integrato. Progettata dall’arch. Beatrice Baldi la “Vela”, simbolo universale del viaggio e del mare che ospita il suo cammino, verrà posizionata nell’area verde di Porta Pia ad indicare la presenza del Museo Omero nella vicina Mole Vanvitelliana. Questa installazione multimediale ad impatto zero riporterà su un lato il logo e la dicitura del Museo Omero, nell’altro, ospiterà uno schermo retroilluminato, alimentato da pannelli fotovoltaici, che proietterà immagini e informazioni relative agli eventi del Museo. Presenti anche diffusori sonori che potranno trasmettere musica e messaggi divulgativi.

Il grande basamento a carena di nave realizzato in cemento armato, oltre a conferire la necessaria stabilità e sicurezza alla struttura e a fornire l’alloggio per gli apparati tecnici di supporto ai dispositivi tecnologici, potrà fungere da seduta, offrendosi come zona di sosta urbana. Il progetto si propone come primo elemento sperimentale di un ipotetico percorso multisensoriale in ambito urbano per la città di Ancona, nella direzione di una sempre maggiore integrazione della diversa abilità come arricchimento per la società civile tutta.

Intanto oggi (25 gennaio), presso l’Auditorium Orfeo Tamburi della Mole, si terrà fino alle 18, il convegno internazionale “Toccare la bellezza” nell’ambito dell’omonima mostra dedicata al valore estetico della tattilità attraverso il pensiero di Maria Montessori e Bruno Munari. La mostra e il convegno sono promosse e organizzate dal Museo Tattile Statale Omero e dal Comune di Ancona, in collaborazione con la Fondazione Chiaravalle Montessori e l’Associazione Bruno Munari e con il contributo della Regione Marche.

Il programma del convegno prevede i seguenti interventi: Prof. Aldo Grassini (Presidente Museo Tattile statale Omero), Una mostra sulla tattilità, Arch. Fabio Fornasari (Curatore allestimento mostra), Presentazione del catalogo Toccare la bellezza Maria Montessori Bruno Munari, edizioni Corraini, Prof. Alfio Albani (Presidente Fondazione Chiaravalle Montessori), La Bellezza con gli occhi chiusi ovvero, del correlativo oggettivo in Maria Montessori, Prof. Alberto Munari (Presidente onorario Associazione Bruno Munari), La Bellezza nel Gesto, Prof.ssa Rita Scocchera (Fondazione Chiaravalle Montessori), La filosofia delle cose, Prof. Naoki Mizushima (University of the Sacred Heart, Tokyo), The acceptance process of “Montessori Education” and “Munari Method” in Japan.

Philippe Daverio

E ancora Silvana Sperati (Presidente Associazione Bruno Munari), Comunicare la bellezza, Prof.ssa Rita Casadei (Università di Bologna), Esplorare il senso della meraviglia: sensorialità, significati e direzioni in educazione, Prof.ssa Mariangela Scarpini (I.C. Maria Montessori, Chiaravalle) Materiali montessoriani: perfezionare i sensi e toccare la bellezza, Prof. Leonardo Fogassi (Università di Parma) Montessori e neuroscienze, Prof. Andrea Socrati (Museo Tattile Statale Omero) La via tattile alla bellezza. Le conclusioni saranno tratte dal Prof. Philippe Daverio.