Ancona-Osimo

Agugliano, atto vandalico al campo sportivo: distrutti i bagni. Il sindaco: «Sporgerò denuncia»

Il sindaco di Agugliano Thomas Braconi è arrabbiato: troppi gli episodi che si sono verificati ai danni della cosa pubblica

AGUGLIANO – Ennesimo atto vandalico ai danni del campo sportivo “Baleani”, al centro di Agugliano. Ignoti hanno preso di mira il bagno della tribuna, utilizzato non solo durante le partite ma anche da chi fa jogging sulla pista ciclabile e dalle famiglie che nei weekend vanno a passeggiare nei pressi del campo sportivo di via Lattanzi.

Con un gesto vile, ignoti hanno letteralmente distrutto i bagni pubblici sulla tribuna. Hanno forzato la porta, spaccato la maniglia, preso a calci il lavandino tanto da distruggerlo. Hanno preso a colpi di mazza i servizi igienici, danneggiandoli al punto da renderli inservibili. L’ultimo atto vandalico di una lunga scia tanto che il sindaco Thomas Braconi, esasperato, annuncia che farà installare altre telecamere sperando di poter incastrare i responsabili di tali gesti. «Per questo ultimo grave atto vandalico, messo a segno presumibilmente nella serata di Capodanno, sporgerò denuncia presso la locale Stazione dei carabinieri – dice il primo cittadino – ora a causa di questo scellerato gesto dovremo chiudere i bagni per almeno 10 giorni, togliendo momentaneamente un servizio pubblico alla cittadinanza a causa di alcuni. Stiamo conteggiando i danni. Dovremo ripristinare i servizi igienici e attingere al bilancio per sanare il danno. Sono sempre i cittadini che pagano, purtroppo».

Il sindaco di Agugliano Thomas Braconi

Come detto, se ne sono verificati troppi in paese. È lo stesso sindaco a elencarli con un crescente sdegno. «I vandali non hanno rispetto di nulla, hanno perfino danneggiato la ringhiera del cimitero – spiega – conto di mettere altre telecamere, anche se rischiamo l’effetto Grande Fratello… almeno se non servono come deterrente, potessero aiutarci a individuarli perché siamo stanchi di questi continui danneggiamenti proprio quando investiamo in qualche opera pubblica. Nei mesi scorsi hanno colpito al Campetto Polivalente, appena risistemato: hanno distrutto le porte del campo di calcio e i tabelloni del basket che erano nuovi. E poi i bagni pubblici in centro, siamo stati addirittura costretti a chiuderli dopo ben quattro danneggiamenti consecutivi e pure un incendio. Hanno incendiato la carta igienica e chiuso la porta, le fiamme hanno distrutto tutto ed è stato necessario non solo rimettere da nuovo i servizi igienici ma anche bonificare e tinteggiare tutto. E sempre qui, allo stadio Baleani, abbiamo dovuto installare delle telecamere sulle tribune, poiché qualcuno il sabato sera si divertiva a lanciare bottiglie di birra in vetro sul nuovo campo di erba sintetica (per cui abbiamo speso 400mila euro). Le bottiglie, rompendosi, disseminavano sul campo vetri pericolosi per chi giocava poi la domenica mattina. Siamo dovuti intervenire e sembra che le telecamere siano state un buon deterrente, ma appena poniamo rimedio da una parte colpiscono da un’altra. Non c’è minimo rispetto per la cosa pubblica – conclude Braconi – e per la collettività stessa che poi deve pagare i danni».

Ti potrebbero interessare