Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Aerdorica: dal 1° settembre cassa integrazione straordinaria per sei mesi

I sindacati hanno incontrato l’A.U. della società che gestisce il Sanzio, Carmine Bassetti. Chiesto un tavolo di incontro in regione per garantire i livelli occupazionali. E intanto arriva lo sciopero

ANCONA – Cassa integrazione straordinaria per crisi per i lavoratori di Aerdorica, probabilmente a partire dal 1 settembre. È quanto emerso dall’incontro di ieri pomeriggio (25 luglio) tra i sindacati e l’A.U. della società che gestisce il Sanzio, Carmine Bassetti. Il contratto di solidarietà scadrà il 31 luglio 2019.

«La novità è che si aprirà la procedura di mobilità e sarà chiesta la cassa integrazione straordinaria dal 1 settembre per almeno 6 mesi. Inoltre sarà aperto un tavolo con la Regione Marche» afferma Roberto Ascani, segretario generale Fit Cisl Marche. I sindacati chiedono alla Regione e alla proprietà Fondo Njordio di garantire al massimo i livelli occupazionali.

«Con gli accordi per incentivare il personale all’esodo – dichiara Valeria Talevi, segretaria generale Filt Cgil Marche – negli ultimi mesi ci sono state 11 uscite e 4 dimissioni volontarie. I lavoratori in esubero dovrebbero essere scesi a 14 unità. Continuano a parlare di riduzione del costo del lavoro di 1,3 milioni di euro per il piano di ristrutturazione dell’UE. Noi vogliamo capire quali sono i ricavi, quali nuovi vettori si porteranno e quale è il piano di sviluppo dell’aeroporto. Vogliamo vedere i dati. Il 30 luglio incontreremo  la Regione per capire, in considerazione del protocollo di intesa sottoscritto, in quali partecipate possano essere ricollocati gli eventuali ulteriori lavoratori in esubero».

Solo poche settimane fa la società che gestisce il Sanzio è uscita dal concordato preventivo ed ha ottenuto l’omologa dal tribunale contabile, dopo aver avuto l’ok dall’Unione Europea alla ricapitalizzazione. Per Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti ora è importante far ripartire e sviluppare lo scalo attraverso nuove rotte e nuovi vettori.

Oggi, venerdì 26 luglio, è in programma lo sciopero nazionale del trasporto aereo e anche i lavoratori di Aerdorica incroceranno le braccia per quattro ore, dalle 10 alle 14.