Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Addio all’ultimo orafo di via degli Orefici. Mercoledì i funerali di Giorgio Rosi

I funerali saranno celebrati mercoledì alle 10 nella chiesa di san Domenico in piazza del Papa. I commercianti di via degli Orefici: «Non dimenticheremo mai Giorgio, ci mancherà tanto»

ANCONA – Via degli Orefici ha perso l’ultimo orafo. Ieri un malore è stato fatale per Giorgio Rosi (80 anni), decano dei gioiellieri di Ancona. Mentre era a pranzo con la moglie e degli amici nel ristorante Montecucco di San Giorgio di Pesaro, si è sentito male all’improvviso, dopo essere uscito dal bagno. I compagni di viaggio lo hanno visto prima barcollare e poi cadere sul pavimento, ma nonostante gli immediati soccorsi per lui non c’è stato nulla da fare.

«Non dimenticheremo mai Giorgio, ci mancherà tanto», dicono i commercianti di via degli Orefici, dove per anni ha lavorato all’interno della sua gioielleria. Giorgio ha lasciato la moglie Gina, le sue due figlie Giorgia – che lavora nel negozio in via degli Orefici – ed Eleonora, e tre nipoti che amava con tutto il cuore. I funerali saranno celebrati mercoledì alle 10 nella chiesa di san Domenico in piazza del Papa. Una piazza che lui amava molto e in cui aveva vissuto da bambino.

La città ha perso uno degli orafi storici, figlio e nipote di orafi. La gioielleria infatti era nata nel 1900 e Rosi già all’età di dieci anni aveva cominciato a respirare l’aria di bottega. Una vita intera passata nella gioielleria di famiglia fino a sabato pomeriggio. Poi ieri la gita con amici alla Fiera del tartufo ad Acqualagna e il pranzo a San Giorgio di Pesaro che si è trasformato in un dramma che ha gettato tutti i presenti nello sconforto. I commercianti di via degli Orefici si stringono al dolore della famiglia e lo ricordano «sempre con il sorriso sul volto. Una persona generosa, disponibile e saggia. Ci mancherà tanto».