Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ad Ancona Innov-Aging, il primo Expo Meeting dedicato alle innovazioni per la longevità

«Ancona diventerà il più importante luogo di incontro tra domanda e offerta di salute e benessere, tecnologie e servizi, per quei 13,5 milioni di italiani che già oggi hanno più di 65 anni», dice Mario Pesaresi, vicepresidente esecutivo della Fondazione Marche

Da sin. Valeria Mancinelli, Francesco Merloni e Mario Pesaresi

ANCONA – L’aspettativa di vita aumenta e il tasso di natalità crolla. Secondo alcune recenti stime prodotte dall’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, il sistema economico e sociale italiano è condizionato da queste due tendenze demografiche. L’Italia rappresenta il primo Paese in Europa per aspettativa di vita, con 13,5 milioni di persone che hanno più di 65 anni e l’invecchiamento della popolazione può essere un’opportunità di crescita per l’economia nazionale. La Silver Economy, l’insieme di tutte le attività economiche dedicate ai bisogni degli over 50, è considerata infatti la terza economia più grande al mondo e rappresenta un valore di 7 trilioni di dollari all’anno che, secondo le stime, raggiungerà i 15 trilioni nel 2020.

Dal 21 al 23 giugno, i protagonisti della Silver Economy si riuniranno alla Mole Vanvitelliana per dar vita a Innov-Aging, il primo Expo Meeting in Italia totalmente dedicato alle innovazioni per la longevità. L’evento, promosso da Fondazione Marche, accoglierà una selezione di 30 tra le più interessanti Start-Up specializzate in Aging provenienti dall’Europa e dal resto del mondo, oltre che i principali decision makers degli enti e delle organizzazioni che forniscono servizi e prodotti pensati per i consumatori maturi. Ancona diventerà il punto di incontro per influencer, Istituzioni, aziende, key opinion leader del mondo scientifico e industriale, nazionali e internazionali, che si incontreranno per sviluppare conoscenze, favorire rapporti professionali, promuovere i propri prodotti e presentare nuovi servizi.

Durante i lavori saranno tre i grandi settori che verranno analizzati: salute e benessere, tecnologia, economia e finanza. Nel corso di varie sessioni, influencer ed esperti mondiali delle tre aree tematiche di riferimento daranno vita a tavole rotonde, finalizzate a tracciare un bilancio e a delineare le prospettive economiche e sociali conseguenti ad un cambiamento demografico che riguarda non solo l’Italia, ma anche il resto del mondo. Contemporaneamente, le più innovative Start-Up e imprese del settore presenteranno i propri prodotti e servizi al mercato della Silver Economy per proporre soluzioni, costruire relazioni e allacciare partnership.

«Le Marche sono una delle regioni più longeve d’Italia – dichiara Francesco Merloni, presidente esecutivo della Fondazione Marche – e l’aging è la nuova sfida che la società contemporanea deve affrontare e vincere, in termini di individuazione e gestione di un nuovo modello di sviluppo economico. L’industria regionale può lavorare in questo settore, sviluppando servizi e tecnologie che contribuiscano a migliorare la vita degli anziani». «Ancona diventerà il più importante luogo di incontro tra domanda e offerta di salute e benessere, tecnologie e servizi – dichiara Mario Pesaresi, vicepresidente esecutivo della Fondazione Marche – per quei 13,5 milioni di italiani che già oggi hanno più di 65 anni. L’Expo-Meeting Innov-Aging è stato, infatti, ideato e progettato proprio per cogliere questa possibilità, ovvero quella di sfruttare appieno le nuove opportunità presentate da questo scenario. In questo settore l’innovazione rappresenta una formidabile opportunità di crescita, permettendo di migliorare la qualità della vita. Grazie a questo evento si svilupperanno attività economiche e ci saranno positive ricadute occupazionali nelle Marche».

«Ospitare questo evento alla Mole – dichiara il sindaco Valeria Mancinelli – è una grande occasione per la città», scelta per il primo Expo Meeting dedicato alle innovazioni per la longevità. Un evento pensato per creare un momento d’incontro qualificato tra la domanda e l’offerta di un mercato mondiale in crescita esponenziale. Oltre alla Fondazione Marche, l’iniziativa è organizzata anche grazie a Regione Marche, IBM, UBI Banca, il Gruppo Santo Stefano e l’Italian Scholars and Scientists of North America Foundation (ISSNAF), il più grande network di ricercatori e accademici italiani che operano nel Nord America.

Il programma