Vigor, Alessandro Pesaresi: «Col Cantiano gara difficile»

Il punto del giovane centrocampista classe 2000 che analizza il momento della formazione senigalliese e l'imminente impegno contro l'ex team di Guiducci. Guiducci che, oggi, sta concedendo molto spazio a Pesaresi in rossoblu

Alessandro Pesaresi con Massimiliano Guiducci, ex tecnico del Cantiano nel match della passata stagione

SENIGALLIA – La Vigor Senigallia riparte dopo il pari con il Villa Musone e lo fa dalle certezze dell’ultimo periodo. In particolar modo dai gol di Cinotti e dalle geometrie di Alessandro Pesaresi, classe 2000, tra i più positivi anche nel 2-2 di sabato scorso. Il giovane centrocampista, da alcune settimane, è diventato un punto fisso del centrocampo rossoblu, pur avendo subito nella sfida dell’Epifania con l’Osimo Stazione una forte botta al volto che aveva fatto temere il peggio. Ma egli rassicura: «Non era nulla di grave e di questo sono felice – dice Pesaresi -. Quando mi sono svegliato all’ospedale ho avuto un po’ di paura sinceramente, ma il peggio è passato».

Infortunio superato in fretta e già regolarmente in campo col Valfoglia, oltre alla prova autorevole di Recanati con i villans di sette giorni fa: «C’è molto rammarico per il risultato col Villa Musone, però guardiamo avanti – racconta Pesaresi -. La stagione è ancora lunga e dobbiamo badare solo a noi stessi. Lo spazio che sto ricevendo? Voglio ripagare la fiducia del mister con le prestazioni».

Ecco ora che la testa della Vigor Senigallia è protesa verso l’impegno casalingo di domenica (ore 15 ad Ostra Vetere) contro il Cantiano, l’ex formazione del tecnico Guiducci. All’andata in trasferta la Vigor non riuscì ad andare oltre lo 0-0. E Pesaresi avverte: «Fu una battaglia durissima – conclude -, quindi domenica mi aspetto una gara difficile. Sono una squadra fisica, perciò servirà tanto agonismo, oltre alla tecnica per portare a casa i tre punti».