Jesina a Palazzo Pianetti prima di sfidare la Vastese

«Conoscendo identità e storia del territorio e della città si rafforza ancor più il senso di appartenenza alla maglia» spiega la società l'iniziativa della visita alla Pinacoteca. Domenica prossima 10 febbraio insidiosa trasferta all'Aragona

I leoncelli a Palazzo Pianetti

JESI – Fuori programma artistico e culturale per la Jesina in vista della trasferta a Vasto di domenica prossima 10 febbraio. I leoncelli, al termine dell’allenamento, si sono recati in visita alla Pinacoteca civica di Palazzo Pianetti. Ad attenderli l’assessore allo sport Ugo Coltorti che, nel ricordare i grandi personaggi che hanno fatto la storia dello sport jesino, ha sottolineato come anche in fatto culturale questa città vanti invidiabili eccellenze. La visita guidata, a cura di Simona Cardinali, ha permesso ai ragazzi e a mister Ciampelli di conoscere la splendida galleria del Palazzo e le opere presenti, a cominciare da quelle di Lorenzo Lotto.

Al centro, fra Simona Cardinali della Pinacoteca e il tecnico della Jesina Davide Ciampelli, l’assessore allo sport Ugo Coltorti

«L’iniziativa, che segue quella analoga alle grotte di Frasassi, parte- spiega la società- dalla constatazione che conoscendo identità e storia del territorio e della città si rafforza ancor più il senso di appartenenza alla maglia».

Domenica 10 alle 14,30 Jesina sul caldo campo della Vastese, scontro diretto fra rivali a quota 28 punti. C’è da dare seguito alla serie positiva e magari riscattare lo stop casalingo della gara di andata. La Vastese sarà affamata: non vince dallo scorso 6 gennaio (2-1 al Matelica) e nelle ultime cinque gare ha raccolto tre stop e due pareggi. Dirige l’incontro Jacopo Pascariello di Lecce, assistenti Andrea Maria Masciale di Molfetta e Rocco Iacovino di Matera.