Coach Foglietti promuove la Goldengas: «Soddisfatto, ma piedi ben piantati a terra»

Dopo la vittoria all'esordio sul Porto Sant'Elpidio (81-65), il tecnico della formazione senigalliese analizza con lucidità il momento dei suoi: «Siamo sulla buona strada, ma c'è ancora tanto da migliorare»

Stefano Foglietti
Stefano Foglietti

SENIGALLIA – Partire col piede giusto è sempre importante. Così ha fatto la Goldengas di coach Stefano Foglietti nella sfida di domenica scorsa vinta 81-65 contro Porto Sant’Elpidio, mettendo in cascina i primi punti utili. Per questo il tecnico senigalliese si dice complessivamente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi: «Abbiamo fatto due quarti e mezzo molto bene, acquisendo anche un largo vantaggio – spiega Foglietti -. I senatori hanno fatto un’ottima prova, ma anche i nuovi e i giovani si sono mossi bene e hanno ancora ampi margini di miglioramento».

C’è un aspetto tuttavia che Foglietti vuole sottolineare, per non incappare in futuro in errori già commessi: la gestione della gara. «Da metà terzo quarto abbiamo calato un po’ di concentrazione e pur mantenendo sempre il +9, abbiamo consentito al Porto Sant’Elpidio di reagire – seguita -. Non bisogna mai mollare, altrimenti si rischia di riaprire partite che fino a quel momento hai tenuto sotto controllo».

E sugli obiettivi della Goldengas? Il coach non ha dubbi: «La salvezza come prerogativa fondamentale. Poi affronteremo partita per partita e se ci sarà la possibilità proveremo ad alzare l’asticella. Ma siamo tutti consci dell’obiettivo principale, quindi piedi per terra e continuiamo a lavorare».

Ora sulla strada di Pierantoni e compagni arriva la lunga trasferta col Mastria Vending Catanzaro, prevista domenica 14 alle ore 18 al PalaPulerà di Catanzaro. Stefano Foglietti avverte: «Sarà una partita difficile. A Bisceglie hanno fatto ben 80 punti, quindi dobbiamo prendere l’impegno con le molle e cercare di far bottino pieno. Recupereremo Gurini che per noi è un terminale offensivo importante».