A Senigallia Guardia Costiera e Vigili del Fuoco celebrano insieme santa Barbara

Nell'occasione, sono stati sottolineati dal comandante dell’Ufficio Marittimo di Senigallia Eugenio My e dal caporeparto dei pompieri Maurizio Santarelli il coraggio e lo spirito di sacrificio di chi opera a fianco della cittadinanza

Le celebrazioni per santa Barbara a Senigallia: le autorità nella foto di Maurizio Salustri
Le celebrazioni per santa Barbara a Senigallia: le autorità nella foto di Maurizio Salustri

SENIGALLIA – Anche sulla spiaggia di velluto i marinai dell’Ufficio Locale Marittimo e i vigili del fuoco del locale distaccamento hanno festeggiato insieme santa Barbara, patrona dei due corpi. La celebrazione si è svolta ieri, 4 dicembre, in cattedrale con la messa tenuta dal vescovo Francesco Manenti.

Alla cerimonia hanno partecipato autorità militari, civili, religiose e le associazioni combattentistiche: tra questi il sindaco Maurizio Mangialardi e il vicesindaco Maurizio Memè. Una ricorrenza, quella di santa Barbara, che per la prima volta è stata celebrata assieme dai due corpi dei Vigili del fuoco e della Guardia Costiera.

Durante la cerimonia sono state lette le preghiere del vigile e del marinaio, entrambe votate a santa Barbara per esaltare lo spirito di sacrificio e il coraggio dei componenti dei due corpi. Sono poi intervenuti il comandante dell’Ufficio Marittimo di Senigallia Eugenio My e il caporeparto dei Vigili del fuoco Maurizio Santarelli, per spiegare il significato della celebrazione che lega vigili e marinai «non solo dal lato professionale, ma anche umano, dati i sentimenti di amicizia e di solidarietà che ci legano ai nostri colleghi con cui quotidianamente condividiamo lo sforzo del nostro lavoro».

«Siamo sempre più consapevoli – hanno aggiunto My e Santarelli – di costituire un punto di riferimento per il cittadino nei momenti difficili di tutti i giorni, di operare a fianco di chi è in difficoltà o ha bisogno di aiuto, e quindi di svolgere una funzione importante nelle operazioni di soccorso in mare, in terra e nell’assistenza alla popolazione nell’ambito del sistema della protezione civile».

Al termine, una foto ricordo per suggellare l’occasione della patrona santa Barbara.