Raccolta differenziata, partiti i lavori per il nuovo centro ambiente a Marzocca

Oltre un milione di euro per il progetto che dovrebbe terminare per l'estate: è la terza struttura in città, la prima nella zona sud

Un centro ambiente a Senigallia
Un centro ambiente a Senigallia

SENIGALLIA – Avviati i lavori per il nuovo centro ambiente che sorgerà nella frazione di Marzocca. Con il nuovo anno comincia a prendere vita anche la nuova sede per il conferimento dei materiali non differenziabili, raee, ingombranti, in via dell’Indipendenza. Si tratta per la città del terzo centro, dopo quello storico di Sant’Angelo e quello lungo l’Arceviese, nei pressi di Borgo Bicchia.

Il costo totale del nuovo impianto si aggira intorno ai 1,2 milioni di euro e derivano per lo più da fondi europei messi a disposizione tramite un bando regionale, il restante (circa 275mila euro) da fondi di bilancio.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di ottimizzare il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti prodotti dalla spiaggia di velluto attraverso una rete diffusa di strutture comunali: il centro ambiente consentirà di intercettare quei rifiuti che non vengono raccolti direttamente a domicilio dal gestore del servizio di raccolta come i rifiuti ingombranti, i famosi raee (leggasi “rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche”) o gli inerti da piccole demolizioni domestiche.

Sono previsti anche degli incentivi – sconti sulla tari – per chi conferisce direttamente nel centro ambiente i rifiuti di cui vuole disfarsi.

Un modo per incentivare dunque i cittadini allo smaltimento secondo le sempre più severe norme ambientali: sono tanti infatti i materiali che altrimenti rischiano di finire lungo le strade di campagna gettati da persone con poco senso civico e ambientale o perché troppo lontani dai centri di raccolta. Con questo centro ambiente, i residenti e operatori di Marzocca non saranno più costretti ad arrivare in via dei Vasari a Sant’Angelo o a Borgo Bicchia.
Un nuovo servizio quindi per la zona sud della città, una delle frazioni più densamente popolate, che si va ad aggiungere al porta a porta già attivo con l’obiettivo di incrementare la quota di differenziata.