Onlus Il Salvagente, dal 2010 in prima linea per aiutare i bisognosi

Ottimi i risultati raggiunti dall'associazione ostrense nelle varie iniziative solidali. Lo scorso anno sono stati portati nelle case di persone assistite dai volontari più di 13.500 kg di alimenti, da febbraio partirà la distribuzione di farmaci di fascia C in collaborazione con il Banco Farmaceutico

I volontari de Il Salvagente onlus impegnati nelle raccolte alimentari
I volontari de Il Salvagente onlus impegnati nelle raccolte alimentari

OSTRA – Ottimi risultati quelli raggiunti dalla onlus Il Salvagente, che dal 2010 si occupa dell’aiuto alle persone anziane, sole o in difficoltà economica. Risultati raggiunti nelle varie iniziative caritatevoli e solidali, che si affiancano a una esperienza più umana, nell’ascoltare e dialogare con le persone per capire i problemi e tentare di arrivare, insieme, a una soluzione.

Lo scorso anno sono stati portati nelle case di persone assistite dai volontari de Il Salvagente più di 13.500 kg di alimenti. Un quantitativo che è stato possibile raccogliere attraverso la raccolta mensile de “Il Pane di San Gaudenzio”, in cui è la popolazione a donare per le famiglie della stessa città che si trovano in condizioni di disagio economico o sociale.
Altri alimenti sono stati invece raccolti nelle scuole con l’iniziativa del “Donacibo”, grazie alla collaborazione attiva del corpo docente e degli alunni delle scuole di Ostra, Corinaldo, Barbara, Ostra Vetere, Castelleone di Suasa, Belvedere Ostrense, Morro d’Alba, San Marcello, Monsano e Senigallia.

«Sempre nel 2017 – spiega il presidente de Il Salvagente Onlus, Gianfranco Conti – un ristorante di Belvedere Ostrense ha offerto gratuitamente più di 280 pasti che abbiamo consegnato ogni domenica nelle case di famiglie povere e ad anziani soli. Con le offerte ricevute abbiamo potuto acquistare diverse cose, non solo alimentari come pannolini, caffè, dentifrici e libri scolastici, ma anche offrire gratuitamente ai ragazzi la scuola di musica, il corso di italiano agli adulti e stage estivi ai ragazzi. Inoltre abbiamo anche sostenuto le famiglie aiutandole nel pagamento di affitti ed utenze varie».

Dal prossimo mese di febbraio, poi, annuncia Conti, i volontari saranno anche in grado di distribuire gratuitamente medicinali di fascia C, grazie alla convenzione con il Banco farmaceutico. Un piccolo ma genuino segnale della presenza concreta e fattiva della onlus ostrense che dal 2010 si spende per la città.