No tav e no trivelle: quale modello di sviluppo? A Senigallia l’iniziativa per l’ambiente

Venerdì 15 la serata "preparatoria" in vista della marcia per il clima e contro le grandi opere che si terrà a Roma il prossimo 23 marzo

Alcuni sostenitori della lista Potere al Popolo
Alcuni sostenitori della lista Potere al Popolo

SENIGALLIA – La lotta alla tav, al gasdotto e alle trivelle passa anche per la spiaggia di velluto. Per venerdì 15 marzo Potere al Popolo ha organizzato una serata di approfondimento sui temi della tutela del territorio e della salute di chi lo abita. Un appuntamento “preparatorio” in vista della marcia per il clima che si terrà a Roma il prossimo 23 marzo, occasione in cui i movimenti e le associazioni ambientaliste manifesteranno anche contro le grandi opere, giudicate inutili e dannose.

La serata sarà un’occasione di riflessione su come è possibile salvaguardare i territori e l’ambiente senza frenare lo sviluppo economico: «quante volte opere devastanti vengono presentate come misure “necessarie” per la crescita economica, per il lavoro e l’occupazione? Dalla TAV all’Ilva, dal Tap alle altre grandi opere, quante volte la popolazione di un’area è costretta a scegliere tra il lavoro e la salute, tra lo sviluppo e la tutela del proprio territorio? E queste opere portano poi effettivamente benefici ai territori, o sono utili solo per chi vi specula e accumula profitti?» sostengono gli attivisti di Potere al Popolo di Senigallia.

La serata si terrà presso l’Area Verde di Borgo Ribeca – Parco del Rosciolo – e avrà inizio alle 21 ma sarà preceduta da un aperitivo alle ore 19. Ospiti dell’iniziativa saranno Enzo di Salvatore (docente di Diritto Costituzionale e membro del Movimento No Triv) e Nicoletta Dosio (Potere al Popolo, storica leader del movimento No TAV) per capire quale diverso modello di sviluppo sia davvero sostenibile.