L’invito del vescovo ai cristiani impegnati in politica

A pochi giorni dal Natale il vescovo di Senigallia invita i credenti che svolgono attività politica ad un momento di meditazione e riflessione. Domenica il primo incontro

Don Paolo Gasperini - Vescovo Manenti

SENIGALLIA- Domenica alle 10, Monsignor Francesco Manenti, vescovo di Senigallia, offrirà in Episcopio una meditazione spirituale ai cristiani impegnati in politica, ma anche a tutti coloro che vorranno accogliere l’invito. Un primo incontro a cui ne seguirà un altro nel mese di aprile. La data non è stata ancora fissata.

«C’è necessità, per la vita della comunità, della buona politica, non di quella asservita alle ambizioni individuali o alla prepotenza di fazioni o centri d’interesse – ha spiegato il vescovo – Una politica che non sia né serva né padrona, ma amica e collaboratrice: non paurosa o avventata, ma responsabile e quindi coraggiosa e prudente, ma nello stesso tempo, che faccia crescere il coinvolgimento delle persone, la loro progressiva inclusione e partecipazione».

Un invito a parlare e confrontarsi in un tempo in cui i social la fanno da padrone: «Abbiamo un po’ perso l’abitudine di parlare, spesso le parole vengono affidate ai social – prosegue Monsignor Manenti – Vogliamo dare il nostro contributo in un periodo difficile per tanti, vogliamo essere presenti, nel rispetto delle competenze di ognuno».

Tante le persone che ogni giorno si recano nelle parrocchie per chiedere aiuto: «Non ci sono solo persone senza lavoro – spiega Don Paolo Gasperini, parroco di Santa Maria della Neve – Portone – Ci sono persone che lavorano e nonostante questo hanno difficoltà a mandare avanti la famiglia. Quello che vogliamo aprire è un momento di dialogo, di confronto per la nostra comunità».