Il decalogo del bagnante perfetto

Partito a Senigallia il regolamento che vieta oltre all'accesso dei cani in spiaggia, anche la possibilità di accedere all'arenile dall'alba al tramonto. Vietato anche accendere la radio, dalle 13 alle 16, sotto l'ombrellone

stabilimento balneare

SENIGALLIA – Divieto di tenere la radio ad alto volume, di giocare a palla sulla battigia, ma anche vietato l’accesso ai cani in spiaggia. Stop anche alle serate romantiche in riva al mare perché l’accesso all’arenile, salvo le deroghe, è consentito solo dall’alba al tramonto. Il regolamento è valido dal 1 maggio al 30 settembre. «Difficile trovare i bagnanti che non rispettano le regole, si tratta soprattutto di buon senso, di rispetto verso il prossimo e l’ambiente – spiega Enzo Monachesi, titolare dello stabilimento balneare “Piccolo Lido” e presidente regionale di Sib Confcommercio -. Questo regolamento è in vigore da anni. C’è sempre chi viene sorpreso a giocare a palla sulla battigia, ma basta invitarlo a spostarsi nelle aree gioco. Raramente capita di dovere ricorrere ad interventi forzati». Con l’avvento dei cellulari, i registratori sotto l’ombrellone sono praticamente scomparsi: «A me in più di vent’anni non è mai capitato che qualcuno si lamentasse per la musica troppo alta proveniente da un altro ombrellone, di registratori se ne sono sempre visti pochi e con l’avvento dei cellulari sono spariti». Più volte è stato invece necessario richiedere l’intervento degli agenti della Municipale per allontanare i cani dalla spiaggia. La sanzione supera i mille euro. Tante anche le chiamate da parte dei residenti per la musica troppo alta proveniente dai locali presenti sul lungomare.


Il regolamento

Giochi pericolosi Il gioco con la palla è consentito solo all’interno degli spazi attrezzati ed autorizzati. È specificato inoltre che non si possono praticare giochi pericolosi per garantire l’incolumità delle persone.

Musica: Niente canzoni sotto l’ombrellone nell’ora della pennichella: il volume degli apparecchi di diffusione sonora non deve essere tenuto alto e, nella zona adibita ad ombrelloni, non devono essere accesi dalle 13 alle 16.

Spiagge libere: Dopo il tramonto del sole non si possono lasciare tende, ombrelloni, sdraie e lettini nei tratti di spiaggia libera.

Falò e serate romantiche in riva al mare: Divieto assoluto di accendere fuochi, ma anche di utilizzare l’arenile dall’alba al tramonto.

Niente più cani in spiaggia: Gli amici a quattro zampe non potranno accedere all’arenile dal 1 maggio al 30 settembre, ma potranno essere ospitati negli stabilimenti attrezzati.

Campeggi e transiti: Sulle spiagge è vietato, per tutto l’anno, campeggiare, transitare e sostare con veicoli, eccetto quelli utilizzati per la pulizia e la sistemazione della spiaggia e quelli necessari al rimessaggio delle imbarcazioni nelle aree in concessione.

Cicche di sigarette: Non si può gettare a mare o lasciare sull’arenile rifiuti di qualsiasi genere, comprese le cicche di sigarette spesso occultate dai bagnanti sotto la sabbia.

Movida: Il venerdì, sabato e prefestivi, i luoghi d’intrattenimento possono restare aperti fino alle 3, con tanto di accompagnamento musicale nel rispetto dei decibel. Dalla domenica al giovedì lo stop è fissato all’una.