Carabinieri, un arresto e due denunce

Durante il weekend i militari hanno intensificato i controlli sul territorio di Senigallia con l'impiego di 27 pattuglie. Un ordine di custodia cautelare è stato eseguito nei confronti di un 61enne di Trecastelli, mentre un 28enne di Perugia è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza

Carabinieri, militari dell'Arma, gazzella
Carabinieri

SENIGALLIA- Durante lo scorso weekend i carabinieri hanno intensificato controlli sul territorio di Senigallia con l’impiego di 27 pattuglie. Eseguito un ordine di custodia cautelare nei confronti di un 61enne di Trecastelli. Denunciato per guida in stato di ebbrezza un 28enne di Perugia. Segnalati alla Prefettura come assuntori un 34enne di Serra de’ Conti e un 20enne senigalliese.

A Trecastelli è stato rintracciato un 61enne: nei suoi confronti il Tribunale di Sorveglianza aveva spiccato un ordine di arresto che prevede una pena di 8 mesi di reclusione da scontare. La condanna risale ad una sentenza emessa dal Tribunale di Ancona nel novembre 2016 che condannò l’uomo per i reati di lesioni, minaccia e porto di oggetti atti ad offendere. I fatti si erano verificati a Trecastelli nel giugno 2013 quando il 61enne, nell’ambito di una discussione per futili motivi, aveva aggredito e minacciato la vicina di casa. Poi, non contento, con una fionda aveva lanciato un sasso contro la finestra dell’abitazione della stessa vicina rompendo i vetri e colpendo il figlio sulla fronte.

Il Tribunale di sorveglianza non ha ammesso il condannato alla misura alternativa in quanto, a suo carico, risultano anche altre condanne penali. Il 61enne dovrà scontare gli otto mesi della condanna in regime di detenzione domiciliare.

Domenica notte i carabineri del locale Nucleo Radiomobile hanno denunciato un 28enne, residente nella provincia di Perugia, per guida in stato di ebbrezza

L’automobilista è stato controllato poco prima della mezzanotte in viale IV novembre alla guida di una BMW 118. Durante il controllo i militari si sono accorti che l’automobilista aveva un eccessivo alito vinoso e pertanto lo hanno sottoposto all’alcooltest con la strumentazione in dotazione alle pattuglie al fine di verificare l’effettiva quantità di alcol in corpo. Il giovane è risultato positivo con un tasso dello 0,98 gr/lt e pertanto è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ancona. La patente di guida è stata invece ritirata per i provvedimenti di competenza del Prefetto, mentre l’autovettura è stata affidata alla fidanzata del giovane che si trovava con lui in macchina e non aveva bevuto.

Nel corso del servizio sono stati svolti anche controlli con finalità di prevenzione dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti tra i giovani. Ai giardini della Rocca, i Carabinieri in borghese del Nucleo Operativo hanno controllato un 34enne di Serra de’ Conti. Considerata l’ora, era da poco trascorsa la mezzanotte, il giovane è stato sottoposto a perquisizione. Nella tasca dei pantaloni sono stati rinvenuti due piccoli involucri di cellophane contenenti in totale mezzo grammo di polvere scura, risultata “eroina”. L’uomo ha riferito di aver acquistato poco prima la droga da un extracomunitario per uso personale ma non ha voluto indicare il nome del fornitore. La droga è stata sottoposta a sequestro.

Inoltre, a Montemarciano, i Carabinieri della locale Stazione hanno proceduto al controllo di un 20enne del luogo, che si aggirava di notte a piedi in via dei Tigli. I militari, insospettiti, lo hanno fermato e perquisito. Il giovane all’interno di un pacchetto di fazzoletti nascondeva un piccolo involucro di plastica contenente polvere bianca. La sostanza sottoposta al narcotest è risultata “cocaina” per un peso di circa un grammo. La perquisizione è stata estesa anche all’autovettura del giovane che lo stesso aveva parcheggiato poco distante.

Anche in questo caso il giovane ha dichiarato di aver acquistata la droga per uso personale da uno spacciatore sconosciuto incontrato per caso vicino al porto di Ancona. La cocaina è stata sottoposta a sequestro. Al giovane è stata anche ritirata la patente di guida.

I due assuntori saranno segnalati alla Prefettura di Ancona per i provvedimenti di competenza previsti dalla normativa sul contrasto alle tossicodipendenze.