Guida ubriaco e rischia d’investire un passante

Tragedia sfiorata sul lungomare Mameli dove un residente ha rischiato di essere colpito in pieno da un 40enne che guidava con un tasso alcolemico cinque volte superiore a quello consentito

SENIGALLIA – Poteva davvero creare grossi danni all’incolumità delle persone il 40enne residente nell’hinterland che ieri è stato inseguito dagli agenti e fermato sul lungomare Mameli mentre procedeva ad alta velocità.

A chiedere l’intervento della polizia, un passante che dichiarava di aver appena evitato di essere stato investito da un veicolo che procedeva ad alta velocità sul lungomare Mameli, fornendone la descrizione.

I poliziotti lo hanno subito identificato ed inseguito. L’uomo ha accostato: gli agenti hanno notato lo stato di alterazione del 40enne che non è sceso ma è rimasto chiuso nell’auto.

Immediatamente è stato contattato il 118 e, nel frattempo, i poliziotti riuscivano a farsi aprire lo sportello dell’auto. L’uomo aveva grosse difficoltà ad interloquire ed infatti sottoposto all’accertamento alcolimetrico, risultava avere un tasso di poco inferiore a 2,5 gr\l.

L’uomo che poco prima aveva contattato il 113 ha confermato che quello fermato era il veicolo che qualche minuto prima lo stava investendo.

Il 40enne è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, la sua auto è stata sequestrata e la patente ritirata.