Corinaldo, quarto sopralluogo alla Lanterna Azzurra

Oggi (12 gennaio) il tenente colonnello Marcello Mangione, ingegnere civile in servizio al comando generale dell'Arma, ha terminato i controlli alle uscite di sicurezza del locale

Gli uomini dell'Arma durante il sopralluogo

CORINALDO- È terminato nel primo pomeriggio di oggi il terzo sopralluogo nel locale ‘Lanterna Azzurra Clubbing’. Un primo era stato effettuato lo scorso 21 dicembre, quando i Ris erano entrati nel locale per effettuare alcuni campionamenti che avevano interessato anche il pavimento e le canaline esterne (leggi l’articolo).

Il lavoro era proseguito martedì (leggi l’articolo), quando l’ingresso al locale era ancora stato interdetto dai Ris al personale dell’Arpam, che aveva effettuato i primi controlli su un quadro elettrico esterno e sul sistema di areazione. Ieri nel locale è tornato il tenente colonnello Marcello Mangione, ingegnere civile al comando generale dell’arma che anche questa mattina è tornato sul posto (leggi l’articolo).

Gli accertamenti effettuati nella giornata di oggi (12 gennaio) hanno interessato le uscite di sicurezza. Al momento non sono stati fissati altri sopralluoghi. I legali delle vittime e dei gestori della discoteca attendono gli esiti dei campionamenti del Ris e le relazioni che saranno stilate a seguito dei sopralluoghi.

La notte tra il 7 e l’8 dicembre, alla Lanterna erano decedute sei persone: cinque minorenni e una mamma. Nel locale era in programma un concerto del trapper Sfera Ebbasta.

PER SAPERE TUTTO SULLA TRAGEDIA DI CORINALDO