Senigallia presente nel concorso di “Italia a Tavola” con Moreno Cedroni, Mauro e Catia Uliassi

Per i due chef stellati si tratta dell’ennesima conferma di essere nell’olimpo dell’alta cucina, new entry Catia Uliassi nella categoria Maitre

mauro uliassi e moreno cedroni davanti alla rotonda
mauro uliassi e moreno cedroni davanti alla rotonda

SENIGALLIA – Ancora un riconoscimento per i due più noti chef senigalliesi, finiti nella selezione del decimo premioPersonaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza” per il 2017 promosso da “Italia a Tavola”. Il concorso ha già visto votare ben 132606 persone, di cui ben 61529 per la sezione “cuochi” dove compaiono appunto sia Mauro Uliassi, sia Moreno Cedroni.

Per i due chef stellati si tratta dell’ennesima conferma di essere nell’olimpo dell’alta cucina, anche se bastavano già la riconferma della seconda stella Michelin, i “cappelli” assegnati ai due ristoranti di Senigallia dalla Guida Espresso 2018 o il fatto di essere presenti nella “Guida delle Guide” presentata lo scorso dicembre a Parigi da “La Liste”.

Ma c’è una terza persona di Senigallia a comparire nella selezione per quanto riguarda la categoria “maitre”. Si tratta infatti di Catia Uliassi, sorella del noto chef nonché pittrice, che ha riscosso ben 3402 preferenze.
Per quanto riguarda i due chef, invece, Mauro Uliassi (leggi l’intervista) si attesta sui 3629 voti, superato in “classifica” (provvisoria) dal titolare della Madonnina del Pescatore (leggi l’intervista) fermo a quota 4671, prima persino di Carlo Cracco.

Qui l’editoriale di Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola che da dieci anni indice il concorso non per dare visibilità ai personaggi, cuochi, pizzaioli, sommelier o maitre selezionati, quanto per richiamare l’attenzione su professionisti che tengono alto il nome dell’enogastronomia e dell’accoglienza italiana.