Castelleone di Suasa, anche i servizi sociali all’Unione Misa-Nevola

Continua il trasferimento di funzioni amministrative all’Unione dei Comuni. Domani, 11 febbraio, il consiglio comunale, infatti, discuterà la procedura di scioglimento del Co.Ge.S.Co. e il trasferimento della funzione

Il centro storico di Castelleone di Suasa
Il centro storico di Castelleone di Suasa

CASTELLEONE DI SUASA – Continua il trasferimento di funzioni amministrative all’unione dei comuni Misa-Nevola. Durante il consiglio comunale del prossimo lunedì 11 febbraio, infatti, verrà discussa la procedura di scioglimento e messa in liquidazione del Co.Ge.S.Co. con conseguente trasferimento all’unione dei servizi sociali.

Castelleone di Suasa e Corinaldo da anni hanno dato vita all’unione dei comuni che ha di parecchio anticipato quella ormai famosa “Le terre della marca Sènone” e raggiunto un livello di condivisione dei servizi quasi assoluto tra i due municipi.

Ma dalla creazione della seconda unione, che comprende tutti i comuni della valle del Misa tranne appunto Corinaldo e Castelleone, è seguita la messa in liquidazione del Consorzio per la Gestione di Servizi Comunali – Co.Ge.S.Co. – costituito nel 1995 come strumento per la gestione associata di alcune funzioni amministrative e operative tra cui, appunto, i servizi sociali nell’Ambito Territoriale Sociale n. 8.

La gestione dell’ufficio comune passa quindi dal Co.Ge.S.Co. alle due unioni ma proprio per non interrompere quel percorso unitario, i due enti stipuleranno una convenzione per proseguire con la gestione unificata.

Questo sarà l’argomento principale del prossimo consiglio comunale che si terrà appunto l’11 febbraio alle ore 21. Nella stessa seduta si discuterà però anche di questioni economiche e tributarie come la determinazione delle aliquote e delle detrazioni per l’applicazione dell’imposta municipale propria “Imu” per l’anno 2019 e giocoforza di tasi, tari e Irpef.