Carta di credito clonata, prima frode dell’anno nel senigalliese

Una donna si è vista addebitare spese non effettuate: da lì ha scoperto che le erano stati trafugati i dati per fare acquisti on line

SENIGALLIA – Le clonano la carta di credito, truffata una senigalliese. Prima frode dell’anno quella perpetrata ai danni di una 42enne che si è vista addebitare alcune spese che non ricordava di aver fatto. Grazie al sistema di allerta che molte banche ormai offrono per tenere sotto controllo i propri conti, la donna si è accorta di alcuni piccoli addebiti.

Non erano alte le cifre che nel periodo a cavallo tra la fine dell’anno e l’arrivo del 2019 le sono state addebitate: ammanchi che si confondevano tra alcune spese fisse a cadenza mensile. Una volta raggiunta una certa soglia, però, la senigalliese si è insospettita e ha controllato le voci di spesa presso la propria banca, facendo l’amara scoperta di essere stata vittima di una frode.

Immediatamente bloccata la carta di credito dopo alcuni acquisti effettuati anche in Germania, alla 42enne non rimane altro che fare denuncia presso i Carabinieri di Senigallia, grazie alla quale potrà poi essere risarcita dall’istituto bancario della somma indebitamente sottratta.

Non è il primo caso che si verifica sulla spiaggia di velluto, semmai il primo del 2019. Probabilmente i dati della carta di credito sono stati trafugati tramite qualche sito internet dove sono stati acquistati dei beni: un motivo in più per porre la massima attenzione sulle transazioni che ogni giorni vengono effettuate on line da milioni di utenti.