Associazione Tutela Diabetico, un progetto da 100mila euro per l’ospedale di Senigallia

L'iniziativa dell'ATD è volta, tramite una serie di incontri e raccolte fondi, all'acquisto di un fluoroangiografo, un costoso macchinario a servizio dell'intera Area vasta 2

L'Associazione per la Tutela del Diabetico, l'Amministrazione comunale di Senigallia e l'Asur insieme contro il diabete
L'Associazione per la Tutela del Diabetico, l'Amministrazione comunale di Senigallia e l'Asur insieme contro il diabete

SENIGALLIA – Apericene, iniziative culturali, cena di gala, incontri con personaggi dello spettacolo e dello sport. Sono queste le iniziative che daranno vita al progetto di raccolta fondi “Insieme per amore”, finalizzato all’acquisto di un fluoroangiografo, un costoso macchinario per l’analisi della retina e la diagnosi del diabete.

L’iniziativa è stata presentata dall’Associazione per la Tutela del Diabetico proprio nell’ospedale di Senigallia dove verrà collocato lo strumento da oltre 100mila euro. Lo scopo principale è quello di sensibilizzare la popolazione su una malattia subdola come il diabete che colpisce migliaia di persone. Il dato principale è che nel solo distretto senigalliese sono stati o sono in cura oltre 3.700 diabetici ma c’è da fare attenzione a un altro fattore: si stima che le persone colpite dalla malattia siano molte di più perché manca spesso la prevenzione e la consapevolezza: molte potrebbero avere il diabete pur senza saperlo.

Ed ecco che arriva in aiuto la fluorangiografia, per lo studio e la diagnosi di molteplici patologie vascolari o infiammatorie quali la retinopatia diabetica, occlusioni vascolari, maculopatie. «Il macchinario – come spiegato dal dottor Stefano Lippera, direttore dell’unità operativa complessa di oculistica dell’Area Vasta 2 – tramite l’iniezione di un colorante, permette lo studio dei danni che la retina subisce sia a causa di alcune malattie, sia con l’avanzare dell’età».

Stefano Lippera
Stefano Lippera

Al progetto di raccolta fondi parteciperanno dunque sia privati cittadini, sia esercenti e categorie commerciali con cui verranno organizzate alcune iniziative, sia i club e service delle città di Senigallia, Jesi e Fabriano, sia l’Asur stessa: proprio il sindaco Maurizio Mangialardi è riuscito a strappare al direttore di Area vasta 2 Maurizio Bevilacqua la promessa che in caso non si raggiungesse la quota necessaria, l’Asur s’impegnerà a versare la parte mancante.

Il momento clou del progetto sarà la cena di Gala che sarà realizzata grazie alla preziosa collaborazione di tre chef importanti della provincia di Ancona, organizzata presso la sede dell’Istituto A. Panzini di Senigallia. Gli Chef della serata saranno: Mauro Uliassi dell’omonimo ristorante senigalliese, Errico Recanati del ristorante Andreina di Loreto, Antonio Ciotola del ristorante Taverna degli archi di Belvedere Ostrense.

Pasquale Bencivenga
Pasquale Bencivenga

Il presidente dell’Associazione per la Tutela del Diabetico di Senigallia Pasquale Bencivenga si è dichiarato molto soddisfatto del progetto a servizio non solo dei senigalliesi ma dell’intera Area vasta, perché permetterà di acquistare un macchinario che andrà a superare quelli in dotazione già presenti in alcuni ospedali, sia in qualità delle analisi sia in quantità di esami.

Il ringraziamento all’iniziativa dell’ATD che conta oltre 1000 iscritti è arrivato dal sindaco di Senigallia Mangialardi e dall’assessore alla sanità Carlo Girolametti, i quali hanno sottolineato l’importanza di un tessuto associativo vivace che mette a disposizione tempo, idee e risorse a favore della collettività.