Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere danno il via alla stagione al Goldoni di Corinaldo

Con «Il padre» di Florian Zeller, per la regia di Piero Maccarinelli e in esclusiva regionale si apre il sipario sulla stagione teatrale di Corinaldo. Uno spettacolo delicato, tragico e umano allo stesso tempo

Il teatro C. Goldoni di Corinaldo
Il teatro C. Goldoni di Corinaldo

CORINALDO – Saranno Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere a dare il via alla stagione teatrale al Goldoni promossa da Comune e AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche. L’appuntamento iniziale della stagione teatrale partirà martedì 16 gennaio con «Il padre» di Florian Zeller, per la regia di Piero Maccarinelli e in esclusiva regionale.

Lo spettacolo teatrale che avrà inizio alle ore 21:15 racconta con ironica delicatezza e acume lo spaesamento di un uomo la cui memoria inizia a vacillare e a confondere tempi, luoghi e persone. «Il padre», primo dei cinque titoli in abbonamento al teatro Goldoni, narra la storia di una persona alle prese con una malattia che potrebbe far pensare al morbo di Alzheimer. Anna, sua figlia, molto legata al padre Andrea, cerca di proporgli soluzioni in grado di garantire benessere ma l’uomo vuole mantenere la sua indipendenza.

La situazione degenera ma viene descritta con una delicatezza tale da riuscire a rendere sopportabile un momento problematico e tragico come la progressiva scomparsa dei ricordi, dei riferimenti, della felicità. La perdita dell’autonomia del padre, Andrea, progredisce a tal punto che Anna è costretta a dover prendere decisioni al suo posto e contro la sua volontà.
Con grande abilità l’autore ci conduce a vivere empaticamente le contraddizioni in cui il nostro protagonista incappa, il quale perdendo a poco a poco le sue facoltà logico-analitiche e non riuscendo più a distinguere il reale dall’immaginario, ci coinvolge con grande emozione in questo percorso dolorosamente poetico.

In scena con Haber e Lante Della Rovere gli attori David Sebasti, Daniela Scarlatti, Ilaria Genatiempo e Alessandro Parise. Le scene sono di Gianluca Amodio, i costumi di Alessandro Lai, le musiche di Antonio Di Pofi, il disegno Luci Umile Vainieri.

Biglietti acquistabili il giorno di spettacolo dalle 20 (a 18 euro per il primo settore, 15 euro per il secondo, con riduzioni rispettivamente a 15 euro e a 12 euro per ragazzi fra 16-30 anni e per possessori della Carta del Donatore AVIS). Dato il ridotto numero di posti è obbligatoria la prenotazione tre giorni prima della data di spettacolo. Biglietti anche nei punti vendita AMAT/VivaTicket, sul sito vivaticket.it e al Call center dello spettacolo tel. 071/2133600.

Informazioni: AMAT 071/2072439 e Teatro Goldoni tel. 338 6230078 – teatro@corinaldo.it