“Meno sprechi, più risparmi e più fai bene al pianeta”

Questo lo slogan di “Energicamente”, il progetto di Estra e Legambiente all'insegna dello “smart living” presentato a Osimo. L'uso intelligente dell'energia è lo strumento più prezioso per combattere gli effetti dei cambiamenti climatici

L'incontro di presentazione in casa Prometeo a Osimo
L'incontro di presentazione in casa Prometeo a Osimo

OSIMO – Meno sprechi, più risparmi, più fai bene al pianeta: l’uso intelligente dell’energia è lo strumento più prezioso per combattere gli effetti dei cambiamenti climatici. Questo è il principale messaggio che la multiutility italiana Estra e Legambiente hanno lanciato ieri, 15 novembre, nella sede di Estra Prometeo di Osimo con “Energicamente”, il progetto che si propone di avvicinare i ragazzi alle diverse dimensioni dello “smart living” attraverso un innovativo percorso ludico didattico da fare in classe. All’iniziativa hanno già aderito oltre 60 scuole marchigiane e circa 300 a livello nazionale per un totale di quasi cinquemila alunni. “Energicamente” comprende anche dei corsi di formazione per gli insegnanti e un’iniziativa di alternanza scuola-lavoro per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado delle province di Ancona, Ascoli Piceno, Arezzo, Prato e Siena.
«“Energicamente” vuole diffondere nelle scuole le buone pratiche di risparmio energetico per un futuro più sostenibile – ha sottolineato Marco Gnocchini, presidente Estra Prometeo -. Quest’anno il progetto fa un salto di qualità perché all’insegna della digitalizzazione e di nuove tecniche di apprendimento in ambienti ad alto livello di tecnologia. La nostra azienda non pensa solo ai profitti ma mira a portare un contributo significativo sul territorio con valori trainanti per lo sviluppo, a partire dalla didattica. Siamo felici di poter contare su un partner di qualità come Legambiente per contribuire tutti insieme a creare una nuova cultura dell’energia».
«Il progetto offre importanti stimoli educativi alle scuole, gli insegnanti e le famiglie – ha dichiarato Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche -. La piattaforma utilizza i nuovi linguaggi digitali per far crescere la conoscenza sui temi energetici in maniera divertente e creativa, affrontando la sfida climatica non in termini teorici ma declinandola nello stile di vita individuale e in azioni concrete da fare in casa, a scuola, nel proprio quartiere. Il percorso punta a rafforzare le competenze scientifiche e tecnologiche dei ragazzi e, nello stesso tempo, quelle di una cittadinanza sempre più attiva e responsabile».