Lorenzo Lotto protagonista a Castelplanio e Osimo

Doppio incontro per parlare delle opere che il grande artista veneto realizzò per i due centri anconetani

San Sebastiano e San Cristoforo

OSIMO – Lorenzo Lotto ha lasciato a Osimo e Castelplanio due capolavori che, purtroppo oggi non ci sono più. Ma i due Comuni, oggi 14 dicembre, hanno organizzato una giornata in omaggio all’artista veneto che scelse le Marche come sua terra di elezione.

A Castelplanio, alle 21 nella sala polivalente “Luciano Pittori”, si parla con la critica d’arte Marta Paraventi dell’opera che ritrae “San Sebastiano e San Cristoforo”, realizzata nel 1531 per la chiesa locale, oggi di proprietà dello Staatliche Museen zu Berlin. L’olio su tela è fino al 10 febbraio a Palazzo Buonaccorsi a Macerata, dove è allestito il percorso espositivo Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche che riunisce i lavori che il pittore ha creato per il territorio, poi dispersi nel mondo, o quelli che, per storia e realizzazione, hanno avuto forti legami con le Marche.

Ad Osimo, invece, nella sala del cantinone alle 17.30, si ripercorre la storia della “Madonna con il Bambino e gli angeli” che fu rubata nel 1911 dalla Chiesa dei minori osservanti e che risulta ancora dispersa. Ne dibattono il Maggiore Carmelo Grasso, comandante nucleo Carabinieri Tutela del patrimonio culturale di Ancona, Francesca Coltrinari e Caterina Paparello di Unimc. Proprio la mostra di Macerata ha riaperto il “caso” con una provocazione. Infatti, l’ultima opera esposta è la cornice vuota del quadro, con l’obiettivo di scuotere le nebbie intorno alla vicenda e gli animi di quanti potrebbero aiutare per un incredibile ritrovamento.

La mostra Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche, promossa dalla Regione Marche con il Comune di Macerata, è aperta tutti i giorni (ad eccezione del lunedì) dalle 10 alle 18, fino al 10 febbraio.
Il biglietto comprende: l’ingresso alla mostra; la visita di Palazzo Buonaccorsi e dello Sferisterio; CityTour a orari fissi. Prezzo intero 10 euro, previste varie riduzioni, anche per visite guidate per gruppi e scuole. Info www.mostralottomarche.it. Nel sito sono indicati anche gli eventi organizzati dai Comuni “lotteschi” in occasione dell’esposizione.