Nascondeva 7 chili di droga in casa, arrestato albanese

Il fiuto del cane Anita non sbaglia mai. Maxi operazione dei carabinieri di Osimo che hanno arrestato uno spacciatore in possesso di sostanze stupefacenti e più di 17 mila euro in contanti

Il materiale sequestrato
Il materiale sequestrato

OSIMO – Aveva seimila e 580 grammi di marijuana, 500 grammi circa di cocaina, due bilancini di precisione, materiale vario per il confezionamento delle dosi e 17 mila e 280 euro in contanti. Un albanese è incappato nella rete dei Carabinieri della Compagnia di Osimo che ieri, 6 febbraio, l’hanno tratto in arresto. Trentenne, celibe, artigiano, è stato fermato per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e portato nella casa circondariale di Fermo.

I militari stavano perlustrando la periferia di Osimo proprio nell’ambito delle attività di repressione dello spaccio in Valmusone quando hanno notato due uomini discutere. Alla vista dei carabinieri si sono separati frettolosamente, tanto da insospettire chi li osservava. Alla richiesta di documenti e del motivo della loro presenza, hanno mostrato segni di nervosismo e agitazione tanto da indurre i militari a una perquisizione sul posto. Proprio lì hanno trovato addosso all’albanese, ben nascosti nella tasca dei pantaloni, diecimila euro di cui l’uomo non ha giustificato la provenienza. Con l’aiuto dell’unità cinofila Anita del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pesaro, hanno raggiunto alcune abitazioni di Tolentino e Porto Sant’Elpidio a disposizione dell’albanese dove è stato sequestrato altro denaro contante, settemila e 280 euro, e la droga fiutata dal cane in vari locali, ben occultata e divisa in panetti, con l’occorrente per essere pesata e confezionata.