Castelfidardo, in centinaia ai funerali di Elisa e Gianluca

Tantissime le persone che, oggi pomeriggio, 6 marzo, hanno voluto partecipare al funerale congiunto dei due compagni di vita che, domenica sera, hanno trovato la morte in un incidente stradale a Porto Recanati. Presente anche il mondo del volontariato fidardense che ha voluto salutare per l'ultima volta i due “angeli del soccorso”

L'arrivo delle bare

CASTELFIDARDO – Erano in centinaia oggi pomeriggio, 6 marzo, le persone che hanno voluto partecipare al funerale congiunto di Elisa Del Vicario, 40 anni, e Gianluca Carotti, 46, compagni di vita fidardensi che hanno trovato la morte domenica sera in un incidente stradale a Porto Recanati. La chiesa della Collegiata al centro di Castelfidardo non è riuscita a contenere tutti, molti sono rimasti fuori, nelle piazze della Repubblica e Leopardi, e hanno ascoltato in piedi la messa tramite gli altoparlanti installati dal Comune che avevano previsto l’afflusso enorme di persone. Non presenti i due figli, Erika di dieci anni e Luca di otto, ancora ricoverati.

La sorella di Elisa, Laura, dal pulpito ha detto: «Io ed Elisa avevamo fatto un patto, se qualcuna di noi fosse venuta a mancare o si fosse sentita male, l’altra avrebbe badato ai suoi figli. Così farò. Non torno a vivere in Australia, resto a casa, resto qui».

Don Andrea Cesarini, parroco di Sant’Agostino, che ha officiato la messa con altri quattro parroci, li ha ricordati con parole dolci: «Erano attesi domenica alla messa. La loro luce risplende in tutti coloro che hanno toccato. Erano grandi maestri di vita e da loro dobbiamo prendere esempio».

Tutto il mondo del volontariato fidardense si è unito per rendere omaggio a Elisa e Gianluca, due angeli del soccorso, come li hanno definiti presidenti e volontari delle varie associazioni di cui facevano parte. Non mancava nessuno dei ragazzi del gruppo “Raul Follereau”, i disabili di cui Elisa si prendeva cura fin da ragazzina. C’erano anche i volontari della Croce Verde, in divisa, perché Gianluca aveva prestato servizio lì. Poi le squadre di calcio dove ha “militato” Gianluca e il Villa Musone con i “pulcini” in divisa.

Indossando la fascia tricolore c’erano i sindaci di Recanati Francesco Fiordomo e di Castelfidardo Roberto Ascani. Un tripudio di palloncini sono stati liberati in aria quando le bare sono uscite. L’hanno voluto le società sportive coinvolte ma anche gli amici più stretti della coppia. Prima che iniziasse la cerimonia funebre in chiesa, officiata da cinque sacerdoti, vicino al pulpito hanno sistemato un pannello su cui proiettare immagini felici della coppia, delle loro vacanze, dei loro momenti felici a tavola e con i figli. Sotto a quelle hanno registrato le musiche che preferivano, le canzoni di Ligabue, Fiorella Mannoia e Biagio Antonacci. Le offerte, come da volontà della famiglia, andranno al gruppo dei disabili e alla Croce Verde. La messa dell’ottavario si terrà domenica 10 marzo alle 18.30 nella chiesa Collegiata.