Castelfidardo, spaccata alla Ciclomotor

Torna l'incubo furti nella vallata. Bottino da 30mila euro in biciclette nel negozio di Castelfidardo, a San Biagio di Osimo ladri in villa e i commercianti del centro di Loreto chiedono aiuto

CASTELFIDARDO e LORETO – Torna l’allarme furti in Valmusone. Dopo un anno i ladri sono tornati al Ciclomotor in via Mattei a Castelfidardo, il maxi negozio di vendita e assistenza di biciclette e moto in località Cerretano. Hanno messo a segno un furto da almeno 30mila euro agendo alle ore 3.30 di stanotte, 12 luglio. La banda composta da almeno tre persone è arrivata su un furgone di colore bianco. Una volta nel piazzale i malviventi si sono introdotti da Ciclomotor attraverso la ditta adiacente e hanno portato via dieci costose biciclette. Subito dopo sono arrivate anche le pattuglie dei carabinieri, cui i titolari hanno sporto denuncia. Le telecamere, spostate dai ladri, non hanno ripreso nulla.

A San Biagio di Osimo i malviventi hanno smurato la cassaforte di una villetta in via Martini portando via almeno duemila euro di denaro e gioielli lasciando la casa nel caos.

Al centro di Loreto incombe lo stesso problema furti. L’associazione commercianti ha deciso di scrivere una lettera-esposto indirizzata a Prefettura, Questura, Comune e stazione locale dei carabinieri per chiedere un intervento immediato. Da circa quattro mesi stanno subendo furti nei loro esercizi. Più della metà hanno già dovuto fare i conti con almeno una spaccata nel proprio negozio situato lungo il principale corso Boccalini, via Sisto V che conduce alla porta per piazza della Madonna su cui si affaccia la basilica della Santa Casa e la centrale piazza Leopardi. Quei malviventi rubano dal fondo cassa e a volte anche il cibo. Per la città marina oltretutto la situazione sicurezza è ancora più sentita rispetto agli altri Comuni, considerato che soprattutto il centro storico ospita tutto l’anno migliaia di pellegrini e ha quindi più bisogno di gestire i flussi.