Emergenza idrica, Castelfidardo e Filottrano senz’acqua

Un guasto alla conduttura a Cingoli sta causando grossi disagi dal primo pomeriggio di oggi, 9 febbraio nei due Comuni toccati in Valmusone. L’Apm ha comunicato l’interruzione dell’erogazione che si protrarrà, verosimilmente, fino alla tarda serata odierna

Una delle autobotti a Castelfidardo
Una delle autobotti a Castelfidardo

CASTELFIDARDO e FILOTTRANO – Un guasto alla conduttura a Cingoli sta causando grossi disagi dal primo pomeriggio di oggi, 9 febbraio. Castelfidardo e Filottrano i Comuni toccati in Valmusone. L’Apm ha comunicato l’interruzione dell’erogazione di acqua che si protrarrà, verosimilmente, fino alla tarda serata odierna.

Nella città della fisarmonica è stato attivato il Coc attorno alle 14 nella sala operativa del comando di Polizia locale raggiungibile al numero 071 780404. L’Apm garantirà alcuni punti fissi di erogazione mediante quattro autobotti che sono in corso di posizionamento in via delle Fisarmoniche, località Acquaviva, in via Jesina (parco commerciale Oasi), in via Nobel in località Crocette e in via Colombo per il centro, nell’area di fermata degli autobus. Un’altra autobotte sarà collocata a cura della Regione nei pressi dell’ospedale in via XXV Aprile.

Il sindaco di Filottrano Lauretta Giulioni spiega: «A San Vittore di Cingoli si è verificata una rottura della condotta adduttrice della diga di Castriccioni. Già da alcune ore è in atto l’intervento da parte dei tecnici di Acquambiente. Il problema è complicato ma si pensa che possa essere risolto in serata. Nel frattempo ci siamo preoccupati di garantire, per quel che è possibile, il servizio idrico nella nostra città. In arrivo tre autobotti: una sarà collocata in centro, una in località Montoro e la terza girerà per la città per le necessità dei cittadini. Terrò i filottranesi informati sui cambiamenti dell’intervento e sui tempi di risoluzione del problema. Stiamo lavorando e collaborando con Acquambiente per una soluzione il più rapida possibile».