Premio “Qualità miele marchigiano”, vince quello di coriandolo

Ottantotto le aziende apistiche che hanno partecipato al concorso per un totale di 158 campioni di varie tipologie provenienti dal territorio regionale. «È sempre una soddisfazione riuscire ad ottenere questi prestigiosi riconoscimenti. Ti gratificano, premiano il grande impegno che quotidianamente mettiamo nel nostro lavoro», ha commentato il produttore vincitore Luca Londei

A Luca Londei della Mieleria di San Lorenzo il Premio qualità Marche

Dopo le due Gocce d’oro con il miele di girasole e di coriandolo al prestigioso Concorso Grandi Mieli d’Italia, nel settembre scorso, La Mieleria di Luca Londei, di San Lorenzo in Campo, in provincia di Pesaro e Urbino, ha concesso il bis, a distanza di un anno, al concorso regionale “Premio qualità miele marchigiano”. Sul podio il suo miele di coriandolo prodotto a San Vito sul Cesano.

«È sempre una enorme soddisfazione riuscire ad ottenere questi prestigiosi riconoscimenti – dice Luca Londei –. Ti gratificano, premiano il grande impegno che quotidianamente mettiamo nel nostro lavoro. Questi ultimi anni, in particolare, sono ricchi di premi regionali e nazionali che certificano indubbiamente la bontà del percorso all’insegna della massima qualità che abbiamo intrapreso. L’attenzione nel selezionare pascoli e boschi, dove insediare gli apiari e, successivamente, l’estrema cura nell’estrazione e nella lavorazione sono alla base di questi successi».

Il concorso regionale, giunto alla 14esima edizione, è una vetrina per la promozione delle produzioni regionali. Si svolge nel periodo settembre-febbraio secondo le seguenti fasi: raccolta dei campioni, analisi, presentazione dei risultati. La manifestazione ha ricevuto il riconoscimento ufficiale dell’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele. Hanno partecipato 88 aziende apistiche, per un totale di 158 campioni di miele di varie tipologie (millefiori e uniflorali) provenienti da tutto il territorio regionale.