Tutor in autostrada, a giorni la riattivazione

Saranno installati inizialmente su 30 porte e gradualmente su tutti gli oltre 300 portali della rete di Autostrade per l’Italia. Ecco come funzionano

L'autostrada A14 all'altezza di Senigallia: circolazione difficoltosa per i lavori
L'autostrada A14 all'altezza di Senigallia

Tutor di nuovo accesi in autostrada entro la metà di luglio. Saranno installati inizialmente su 30 porte e gradualmente su tutti i 333 portali della rete viaria. A dare la notizia è la Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia, che prevedono di avviare il nuovo programma per l’inizio delle vacanze estive.

In questi giorni, quindi, verranno riattivati circa 25-30 punti di controllo dotati di un nuovo sistema di rilevamento della velocità media e istantanea. Il sistema sostitutivo è già stato approvato dal  Governo. I vecchi sistemi erano andati in disuso per problemi relativi al vecchio brevetto ed annessa diatriba legale con l’azienda produttrice.

«SICVe PM – Sistema Informativo per il controllo della Velocità è il nome del nuovo Tutor che sarà installato lungo i punti più critici dell’autostrada italiana – spiega il portale NewsAuto – Basati su una tecnologia “PlateMatching” – da cui prende le sigle finali PM, sono  nuovi dispositivi di rilevamento automatico della velocità  che promettono di essere ancora più inflessibili, precisi ed infallibili. Il nuovo “occhio elettronico” puntato sui veicoli in transito non tiene più conto solamente dei caratteri alfanumerici delle targhe di immatricolazione, ma anche della esatta corrispondenza fisica delle targhe stesse in entrata e in uscita dai punti di rilevamento».

I primi SICVe PM sono già installati in alcuni tratti di autostrada in via sperimentale, ma la loro accensione ufficiale sarà, come già detto il 15 luglio, prima dell’esodo estivo, con particolare priorità sulle tratte più interessate dai vacanzieri. Nei mesi successivi, i SICVe PM saranno progressivamente installati su tutti i 333 portali della rete di Autostrade per l’Italia che permetteranno di coprire 242 tratte per un totale di circa 3.100 km.