Snowbike, ecco le bici delle nevi

Dall'unione di ruote e pedali, neve e brivido della discesa nascono le snowbike, biciclette delle nevi. Il fenomeno nasce in Austria e si sviluppa tra USA, Canada e Cina. Ora approda anche in Italia in Veneto e Lombardia

La disciplina dello Snowbike, sbarcata anche in Italia
La disciplina dello Snowbike, sbarcata anche in Italia

ANCONA- Prendi la neve, con tutta la bellezza di una discesa libera e sullo sfondo uno scorcio suggestivo. Unisci la passione per la bicicletta, il piacere di una pedalata senza pensare allo sforzo. A tutto questo abbina l’adrenalina di uno sport invernale, che può diventare anche extreme in parecchi dei casi indicati. Il risultato di tutto questo è lo Snowbike, comunemente la mountain bike delle nevi, destinato ad entrare sempre di più nel cuore degli appassionati.

La particolarità sta nel fatto che tutti possono manovrare, ognuno può mettersi in gioco. Non occorre saper sciare, tantomeno saper maneggiare lo snowboard. È facile come andare in bici, con la differenza che nell’occasione si pedala sulla neve, godendosi il panorama oppure affrontando il brivido della discesa. Serviranno solo un paio di Footski, adattabili a qualsiasi misura.

Lo Snowbike nasce in Austria e si fa conoscere in tutto il mondo. La diffusione è avvenuta a trecentosessanta gradi, passando per gli Stati Uniti il Canada e la Cina. Il popolo delle nevi lo ha accolto con grande gioia, come si vede dai tanti video che circolano sui social delle più svariate peripezie a in sella alle due ruote “innevate”.

Anche l’Italia è stata toccata dal fenomeno. Esistono due poli d’attrazione, uno tra Lombardia e Trentino e uno tra Veneto ed Alto Adige. Nel primo raggruppamento sono adibite allo Snowbike le piste di Ponte di Legno, Temù, Aprica, Maniva, Montecampione, Stelvio, Val Palot, Bellamonte e Madonna di Campiglio. Spostandosi lungo le Alpi venete ecco San Vito di Cadore, Madonna di Campiglio, Colfosco e Selva di Valgardena