Stop a 3 milioni di auto inquinanti, sempre più verso la Green Energy: le Marche ci sono

Dalle nuove misure attuate dal Nord Italia per migliorare la qualità dell’aria alla politica green adottata nel marchigiano, con il Marchese del Grillo che risponde con Repower

Green energy, verso il futuro
Green energy, verso il futuro

Dopo il blocco dei veicoli Euro 0, sia benzina che diesel, ed Euro 1 ed Euro 2 diesel, con l’arrivo dell’autunno in molte regioni d’Italia è scattato il divieto di circolazione anche per le auto diesel Euro 3 e l’Emilia Romagna lo ha addirittura esteso alle vetture diesel Euro 4. Previste sanzioni di 658 euro per chiunque violi la norma.

Complessivamente tra i veicoli coinvolti dallo stop si contano 2.260.000 autovetture e 700mila veicoli commerciali leggeri. Attive però delle esenzioni per lavoratori impossibilitati ad utilizzare i mezzi pubblici, medici e commercianti ambulanti, con variazioni di regione in regione.

Questa nuova normativa, in vigore nei giorni feriali dalle 8.30 alle 18.30 nel periodo dal 1° ottobre al 31 marzo di ogni anno, mira a ridurre l’inquinamento atmosferico limitando il più possibile la circolazione delle auto più inquinanti, in favore della green energy.

Le auto elettriche, nel rispetto dell'ambiente
Le auto elettriche, nel rispetto dell’ambiente

Una filosofia sempre più attenta all’ambiente che da tempo può vantare esponenti anche nella regione Marche: il 23 Giugno 2017, infatti, al Marchese del Grillo di Fabriano si tenne una serata con ospiti illustri della Green Economy, dedicata alla svolta green del Relais, da sempre molto sensibile all’ecosostenibilità per suo credo e quindi già attivo sul fronte del Green con una gestione attenta in materia.

Il Marchese del Grillo divenne così ufficialmente tra le prime 30 strutture in Italia ad entrare a far parte del progetto “La ricarica dei 101” di Repower, la prima rete privata dedicata alla ricarica veloce dei veicoli elettrici, una rete formata da prestigiosi hotel, ristoranti, dimore storiche e cantine vitivinicole.

Il taglio del nastro di Mario D'Alesio, titolare del Relais Marchese del Grillo, e Flavio Ceriotti, National Account Repower Italia s.p.a., alla cerimonia inaugurativa
Il taglio del nastro di Mario D’Alesio, titolare del Relais Marchese del Grillo, e Flavio Ceriotti, National Account Repower Italia s.p.a., alla cerimonia inaugurativa

Questa la dichiarazione di Mario D’Alesio, titolare del Relais: «Siamo vicini alla nostra Terra e siamo in prima linea nel fare qualcosa per tutelarla. Non abbiamo né bollini né certificazioni, eppure per il nostro territorio ci preoccupiamo di garantire il massimo rispetto. – afferma e prosegue – “Green” ormai è un termine anche molto abusato, ma noi sappiamo che contiene l’unico futuro possibile. E tra le molte attività ed investimenti volti al miglioramento della sostenibilità, nonché pensando alla prossima frontiera della viabilità e ad offrire un servizio in più ai nostri clienti, abbiamo quindi aderito al progetto “La ricarica dei 101” di Repower, installando una colonnina per la ricarica dei veicoli elettrici ed entrando quindi a far parte del primo network privato nazionale».

Il Relais Marchese del Grillo come simbolo di una ritrovata sensibilità alle energie alternative ed alla tutela dell’ambiente da parte del territorio tutto, con l’obiettivo comune di ridurre il più possibile consumi ed emissioni. Una struttura antica e di charme che però si dimostra quanto mai in linea con le esigenze contemporanee, proiettate verso il futuro.