Auto: la sicurezza si evolve. Ecco le novità per i piccoli passeggeri

Tante case automobilistiche, su tutte la coreana Hyundai, stanno studiando per il nuovo anno tante misure tecnologiche innovative per aumentare la sicurezza all’interno dell’abitacolo. «Prevenire le distrazioni» è il motto degli operatori

ANCONA- Sicurezza, prevenzione e tecnologia. Tante novità in vista del nuovo anno, per limitare al massimo gli incidenti e prevenire, come fanno sapere direttamente dalle grandi case automobilistiche, le distrazioni al volante.

Una delle forme più innovative è stata presentata dalla casa coreana Hyundai che ha pensato soprattutto ai più piccoli. Si tratta del Rear Occupant Alert, un sistema di allarme che monitora i piccoli passeggeri sui sedili posteriori, tramite un sensore a ultrasuoni che rileva i movimenti dell’abitacolo in situazione di auto spenta e guidatore in fase di discesa dall’auto.

Un sistema intelligente, testato da tanti esperti del settore, che ha dato risposte più che soddisfacenti. Il primo segnale d’allarme è un rappresentato da un messaggio sul display e, se la distrazione dovesse perdurare, le luci inizieranno a lampeggiare.

Per non farsi mancare niente la tecnologia invierà un avviso al cellulare del guidatore, attraverso il sistema connesso chiamato Hyundai Blue Link.

Molto probabilmente partirà dal 2019, con lahhy prima uscita in Corea, per poi trasferirsi negli Stati Uniti e in Europa. In Italia sarà atteso tra la fine del 2019 e il 2020. Gli addetti ai lavori hanno definito innovativa questa soluzione, per evitare le morti dei tanti bambini lasciati in auto a causa delle alte temperature.

«Prevenire le distazioni, questo sistema è un primo passo per evitare tutti i tipi di incidente, non solo quelli connessi alla guida». Sono le parole, riprese in tutto il mondo, da Mike O’Brien vicepresidente di Hyundai Motor America.