Verde sul balcone, le aromatiche sono da preferire

Sono l'ideale per abbellire balconi e terrazzi. Facili da gestire possono regalare soddisfazione anche a chi ritiene di non avere il "pollice verde". Ecco alcune indicazioni di base

Semplici da gestire e utili tutti i giorni, le piante aromatiche sono la soluzione ideale per avere un balcone verde anche per chi non ritiene di avere il “pollice verde”.

Iniziamo dal più saporito, il basilico: pianta annuale, quindi va seminata ogni anno, ama la luce e l’acqua. Meglio scegliere un vaso capiente perché può richiedere annaffiature abbondanti soprattutto nei mesi più caldi. Se la pianta va in fiore ma noi vogliamo che continui a fare foglie per regalarci un ottimo pesto, basta recidere le infiorescenze senza arrecare danno alla pianta.

La maggior parte degli aromi sono perenni come la salvia e il rosmarino e non temono il freddo. Il rosmarino può crescere in maniera importante, meglio quindi riservargli un vaso tutto suo. La salvia rischia di essere intaccata dal mal bianco che si manifesta come macchie bianche sulle foglie. Il consumo della salvia in queste condizioni non genera problemi, tuttavia la pianta rischia di soffrirne. Per questo va spostata in un luogo più arieggiato e soleggiato.

Se le vostre piante sono rigogliose, non cambiategli di posto. Mai togliere le coccinelle, se avete la fortuna di averne trovata una sulle vostre piante sappiate che sta facendo un lavoro prezioso, quello di mangiare gli afidi che intaccano la pianta. In generale quando parliamo di aromatiche, da evitare di metterle tutte insieme ma sono delle ottime alleate se associate alle coltivazioni di un orto biologico.