Spaccia cocaina a Jesi, pusher albanese in manette

Ad arrestarlo il personale della Squadra Mobile di Ancona coadiuvato dagli Agenti del Commissariato di Jesi. In casa i poliziotti hanno trovato nascosto sotto un armadio, un involucro contenente mezzo etto di sostanza stupefacente

Materiale rinvenuto e sequestrato (Foto: Polizia di Stato)

ANCONA E JESI- Aveva intrapreso una fiorente attività di spaccio di cocaina a Jesi, pusher albanese in manette. Il 28enne H.H. è stato trovato in possesso di mezzo etto di cocaina purissima dal costo di circa 80 euro/gr. L’arresto da parte del personale della Squadra Mobile di Ancona coadiuvato dagli Agenti del Commissariato di Jesi è avvenuto quest’oggi (20 gennaio). Già da tempo i poliziotti della Sezione Antidroga stavano stazionando nelle vie principali di Jesi, certi dell’attività illecita portata avanti dal giovane albanese. Gli agenti della Mobile lo hanno aspettato in Via Garibaldi convinti che sarebbe passato di lì e infatti, dopo alcune ore di appostamento, è arrivato a bordo della sua Audi.

La perquisizione personale e la perquisizione del veicolo hanno dato esito negativo. La perquisizione domiciliare invece ha permesso di rinvenire nascosto sotto un armadio, un involucro contenente mezzo etto di sostanza stupefacente. Oltre alla droga gli agenti hanno trovato e sequestrato 740 euro in contanti, sicuro provento dell’attività di spaccio, un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi di cocaina. Al termine del fotosegnalamento e delle altre incombenze di rito espletate negli uffici della Questura, il 28enne è stato portato nel carcere di Montacuto. Sono in corso ulteriori indagini da parte delle Mobile sulla provenienza dello stupefacente.