Rugby Jesi ’70, si riparte

Alla ripresa dopo la sosta, i leoncelli chiudono domenica 14 la prima fase, sul campo del fanalino di coda Gran Sasso, già sicuri del passaggio alla seconda, al via già dal 21 gennaio. Prossime avversarie da definire, potrebbero esserci Forlì e Faenza

Rugby Jesi '70, successo prezioso su Macerata
Rugby Jesi '70, successo prezioso su Macerata

JESI – Ultimo appuntamento della prima fase del campionato domenica prossima 14 gennaio per la Rugby Jesi ’70: già qualificati per la successiva poule che mette in palio la promozione in B, i leoncelli di Mariano Fagioli andranno a far visita a Villa Sant’Angelo al Gran Sasso, fanalino di coda.

Si punta a chiudere in bellezza: dal 21 gennaio sarà subito seconda fase, con calendario avversarie ancora da definire. «La lunga pausa- spiegano dalla società leoncella- ha permesso ai ragazzi di ritrovare concentrazione e lavorare su quelle che si sono mostrate come debolezze nella prima. Troppi falli, costati punizioni e punti preziosi per gli avversari. La seconda fase non consente più distrazioni». Qui si incroceranno le prime due poule del girone: quella marchigiano-abruzzese che ha visto campo Jesi e l’altra emiliano-romagnola. Jesi potrebbe incrociare Forlì o Faenza.

Dopo i due stop in casa di San Benedetto e Polisportiva Abruzzo, la Rugby Jesi ’70 si è ripresa la vette della classifica alla vigilia della sosta battendo per 8-3 in casa Macerata e ora guida con 29 punti, a +2 sull’Abruzzo e a +6 su Macerata.