Olio extravergine di oliva, inaugurato a Jesi il laboratorio di analisi sensoriale

Il Comitato di assaggio professionale ha inaugurato questo pomeriggio (15 dicembre), all'interno dell'azienda Pieralisi, in via Brodolini, la sala Panel Olea, una struttura di certificazione della qualità dell'olio

La sala panel olea inaugurata a Jesi
La sala panel olea inaugurata a Jesi

JESI – Un centro di analisi sensoriale dell’olio extravergine di oliva con una sala di assaggio, cuore dello stabile di via Brodolini 5 all’interno dell’azienda Pieralisi, leader nella produzione di macchine olearie.

Inaugurata oggi pomeriggio la sala Panel Olea (organizzazione laboratorio esperti e assaggiatori), una struttura di certificazione della qualità dell’olio. «Si tratta di un centro di analisi sensoriale – spiega il capo panel Olea Giorgio Sorcinelli – dove si possono fare assaggi per scoprire le caratteristiche del vero olio di oliva, la sua piccantezza e il gusto amaro che ben bilanciati offrono un gusto unico. L’abitudine di molte famiglie a consumare olio acquistato al supermercato ha come conseguenza quella di non distinguere più questo sapore».

inaugurazione sala panel olea jesiNello stabile, dove si trova anche una stanza di conservazione e una sala riunioni, verranno organizzati corsi per guidare all’assaggio e alla conoscenza di questo prodotto che nelle Marche si avvale del riconoscimento Igp, in quanto gode di una reputazione antichissima che si è mantenuta fino ai giorni nostri. La Regione Marche produce il 3% dell’olio italiano, una parte decisamente inferiore alle produzioni di Puglia, Sicilia, Campania e Calabria che fanno la maggior parte.

inaugurazione sala panel olea jesi
Una delle postazioni di assaggio

«Come si riconosce un buon olio extravergine di oliva? Non deve avere nessun difetto dal punto di vista del gusto ed estetico» aggiunge Sorcinelli. «Con le scuole elementari abbiamo fatto l’esperimento “L’olio di casa mia”: i bambini ci hanno portato l’olio che le mamme usano in casa e l’abbiamo valutato. Il risultato è sconfortante – ha aggiunto il presidente Olea Renzo Ceccacci – L’olio rancido va buttato e invece le famiglie rischiano di abituarsi a questo sapore».

inaugurazione sala panel olea jesi
Gli oli che hanno partecipato al 18° Concorso regionale Premio “L’Oro delle Marche”

inaugurazione sala panel olea jesiAl piano superiore dello stabile è stata allestita l’esposizione di tutti gli oli che hanno partecipato al 18° Concorso regionale Premio “L’Oro delle Marche” 2017, organizzato da Olea. «Il nostro obiettivo è quello di formare futuri consumatori consapevoli – le parole dell’ingegner Gennaro Pieralisi – Vogliamo inoltre offrire ai nostri clienti un servizio di assaggio gratuito del loro prodotto. L’olivo è una pianta straordinaria che andrebbe valorizzata». Ha colto l’invito il consigliere regionale Enzo Giancarli: «Sono d’accordo nel favorire le piantagioni, una richiesta che viene dai produttori, dai coltivatori e soprattutto dai consumatori». Cristina Martellini per l’Assam (Agenzia Servizi Settore Agroalimentare Marche): «Sono stati 65 i produttori che si sono presentati per la certificazione del loro prodotto, speriamo aumentino». Presenti all’inaugurazione anche il vescovo Gerardo Rocconi ed il sindaco di Jesi Massimo Bacci.