“Viaggio nella nostra storia”, tra i personaggi e i luoghi della Vallesina

Un ciclo di incontri promosso dal Centro Turistico Giovanile Vallesina, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, che prenderà il via sabato 16 febbraio

Palazzo Bisaccioni jesi
La facciata della Fondazione (foto dal sito www.fondazionecrj.it)

JESI- “Viaggio nella nostra storia”, il ciclo di incontri in cui vengono raccontate Jesi e la Vallesina, i loro personaggi ed i loro luoghi nel corso dei secoli, riprende dopo il successo della puntata zero del 20 ottobre 2018.

Nella rassegna verrano uniti due tipi di approccio, quello scientifico, curato dal Comitato, e quello divulgativo, ottenuto con la collaborazione associazioni e privati.

Promosso dal Centro Turistico Giovanile Vallesina in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, “Viaggio nella nostra storia” verrà ospitato da Palazzo Bisaccioni e inizierà sabato 16 febbraio, con la relazione della Dott.ssa Federica Paccamiccio, docente di Lettere all’Istituto Alberghiero A. Nebbia di Loreto, che illustrerà la figura di Giacomo Costantino Beltrami. A seguire Alessio Pieralisi approfondirà un aspetto della vita di Beltrami, il soggiorno presso i Lakota, mentre Alessio Martella curerà l’esposizione di oggetti e costumi indiani.

Sabato 23 febbraio si prosegue con il Dott. Amoreno Martellini, Docente di storia contemporanea all’Università di Urbino, Direttore Scientifico dell’Istituto Storia Marche, che parlerà di alcuni emigranti della Vallesina a cavallo tra ‘800 e ‘900. Veronica Sassaroli ed Andrea Laudazi declineranno il dell’emigrazione sul versante creativo, proponendo l’invenzione del fotoromanzo rivisto in chiave moderna nel progetto CluAEsis.

Sabato 2 marzo, il Dott. Roberto Giulianelli, Docente di Storia economica all’Università Politecnica delle Marche, vice-presidente dell’Istituto Storia Marche, proporrà il suo lavoro su Giorgio Fuà e la fuga a Lugano nel periodo delle leggi razziali e della seconda guerra mondiale. Giancarlo Maria Goffi parlerà della presenza ebraica a Jesi, prendendo spunto da un lavoro del 2015 scritto con Fabio Galeazzi.

Infine, domenica 10 marzo passeremo “dalla teoria alla pratica”, visitando lo splendido Palazzo Bisaccioni con un brindisi a base dei vini della Cantina Brunori.