Forza Italia, si volta pagina a Jesi. E c’è Gregori

Alla presentazione del nuovo gruppo politico, anche la consigliera del Gruppo Misto, candidata e eletta con la Lega nel 2017: «Porterò in Consiglio le istanze del partito, tanti i punti di coesione». Le parole del senatore Cangini

Da sinistra Silvia Gregori, Andrea Cangini, Marcello Fiori, Massimo Montaruli, Pietro Bologna

JESI – C’è anche Silvia Gregori, già candidata sindaco e eletta in Consiglio con la Lega ma passata da tempo nel Gruppo misto, “vicina” al nuovo gruppo politico di Forza Italia, presentato al Bar Imperiale.

A fare gli onori di casa, il commissario provinciale Daniele Silvetti. Con lui il commissario comunale Massimo Montaruli, quello regionale Marcello Fiori, il delegato provinciale Pietro Bologna e Tiziano Consoli, sindaco di Poggio San Marcello. E poi il senatore Andrea Cangini.

Punti base, la volontà di «voltare pagina e riportare Forza Italia a contatto col territorio» e, a Jesi, il sostegno e l’apprezzamento per l’amministrazione comunale guidata da Massimo Bacci. Quanto a Silvia Gregori, resta per ora nel Gruppo misto ma sarà voce anche di Forza Italia in quel Consiglio dove gli azzurri non sono attualmente rappresentati.

Da sinistra Silvia Gregori, Andrea Cangini, Marcello Fiori

Dice la consigliera: «Di questa nuova Forza Italia porterò le istanze in Consiglio. Tanti i punti di coesione, su tutto andiamo d’accordo. Lavoreremo insieme e darò il mio contributo, a Jesi Forza Italia deve recuperare il ruolo storicamente avuto. Mi sento bene accolta».

Il partito riparte, non solo a Jesi. Spiega il senatore Cangini: «Passato il tempo in cui il partito sul territorio attendeva la chiamata in causa in occasione delle elezioni, quando poi Berlusconi arrivava e faceva il miracolo. È qualcosa di nuovo quello che facciamo, nel costruire il rapporto coi territori dobbiamo tutti assumerci la responsabilità del futuro delle comunità a cui ci rivolgiamo. Le nostre caratteristiche sono concretezza e serietà, lavoro e infrastrutture sono i nodi nelle Marche. Siamo alternativi al centro sinistra e ai disastri al Governo dei Cinque Stelle».

Da sinistra Daniele Silvetti, Silvia Gregori, Andrea Cangini, Marcello Fiori, Massimo Montaruli, Pietro Bologna

Su Jesi, Silvetti evidenzia: «Sosteniamo operato e attività della amministrazione e della maggioranza di Bacci, con cui tanti sono i rapporti personali. Crediamo nella persona e Forza Italia vuole contribuire con le proprie proposte». Per Bologna: «Riprendiamo un discorso di cui eravamo rimasti orfani. La nostra non sarà mai una critica non costruttiva». Per Fiori: «C’è una nuova Forza Italia, per troppo tempo richiusa in se stessa». Chiosa Montaruli: «Si volta pagina, ripartendo da zero».